“Case parcheggio”, i residenti: “Anche qui servirebbe un doggy park”

Gli abitanti di una zona popolare di Akradina rivendicano uno spazio sicuro dove portare a spasso i loro amici a 4 zampe. "Stanchi di non essere considerati", dicono.

Siracusa- “Anche noi residenti delle periferie abbandonate al degrado, in assenza di manutenzioni delle aree comuni e dei palazzi in cui viviamo, vorremmo un doggy park attrezzato, dove portare a spasso in sicurezza i nostri amici a 4 zampe. Siamo circondati da  aree di campagna abbandonate, che vanno in fumo ogni estate e che d’inverno si allagano, perché dunque  non riqualificare con i soldi del Comune anche queste zone? Già, forse è vero che  veniamo  considerati cittadini solo quando serviamo come elettori, poi non ci ignorano”. A parlare sono alcuni residenti della zona di via Immordini, la zona delle case-parcheggio, che cadono a pezzi, dove basterebbero progetti di recupero edilizio e impianti di videosorveglianza in punti strategici per conquistare decoro urbano e migliorare la qualità di vita degli abitanti. “Pensano ai residenti di San Giovanni, di piazza Adda, di Scala Greca, ma ad Akradina perché non pensa mai nessuno?- afferma Stefano, insieme ad altri inquilini di uno dei condomini popolari- .  Noi trattiamo i nostri pelosetti come membri delle nostre famiglie e riteniamo che anche loro abbiano diritto a degli spazi dove poter correre senza rischiare di essere investiti e senza ferirsi con i cocci di vetro delle bottiglie sparsi nelle campagne incolte dei dintorni. Perché l’amministrazione si dimentica puntualmente di noi? Anche qui c’è gente perbene , che lavora onestamente per sopravvivere e che se non può permettersi di pagare l’affitto in altre zone non va penalizzata. Mi viene la rabbia- continua il giovane- perché basterebbero pochi interventi per rendere contenti tutti, persone e animali”.

Mascia Quadarella

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

X