Domani al “Costanzo”a scuola di bontà con la 1° edizione della rassegna pedagogica “Profumi d’autunno”

L'iniativa è frutto della sinergia tra scuola, Comune e produttori agricoli locali. Plurime le finalità educative

Siracusa – “A scuola di bontà”, domattina, all’Istituto comprensivo Costanzo, di viale Santa Panagia a Siracusa, dove si darà vita alla I edizione  di “Profumi d’autunno”,  un’iniziativa pedagogica coniata dalla scuola  in sinergia col Comune ed alcuni  imprenditori agricoli aderenti al Mercato del contadino. Gli obiettivi educativi sono molteplici, infatti, vanno dalla conoscenza di alcuni processi naturali al consumo di alimenti genuini a chilometro zero, dalla comprensione dell’importanza del rispetto della natura all’acquisizione di stili di vita sani.

“Il nostro istituto – ha dichiarato la  dirigente del 7° comprensivo Roberta Guzzardi- sta operando insieme all’assessorato alle Attività produttive in un’ottica di apertura al territorio, fornendo concrete opportunità di partecipazione attiva e responsabile alla vita sociale e alla convivenza democratica. Guardiamo alla città come bene comune e “Comunità educante” a sani stili di vita, alla sostenibilità ambientale, alla valorizzazione della cultura della conoscenza e fruizione e dei beni culturali del territorio.”
Diversi operatori agricoli, coordinati dalla direttrice del mercato ortofrutticolo di via Elorina, Angela Fosini, illustreranno le caratteristiche e l’importanza dei vari prodotti della nostra terra: dalla frutta secca alle piante aromatiche ed ai suoi derivati, al mondo delle api e alle varie fasi fino alla produzione del miele e della pappa reale. Tra i vari stand anche quelli di uova, formaggi, farine e grani antichi, pane e prodotti da forno, fino ad arrivare al vino e all’olio.
Previsti anche stand espositivi tra corridoi e androni con prodotti tipici autunnali e manufatti a tema, realizzati dai genitori, dai docenti, e dagli alunni che saranno protagonisti nella raccolta delle olive e nei laboratori di trasformazione e conservazione.
“Una festa per studenti, famiglie e mondo scuola- ha sottolineato l’assessore alle Attvità produttive Silvia Spadaro – ma anche l’opportunità di portare la natura tra i banchi. L’obiettivo di tali iniziative è comprendere il valore del lavoro agricolo, catturare l’attenzione degli studenti grazie alla dimensione operativa dell’imparare, offrire loro un panorama di professioni legate ai prodotti della nostra terra e alla loro trasformazione che diventa leva occupazionale per il presente ed il futuro”.
“Continua la sinergia con l’assessorato alle Attività produttive” – ha aggiunto l’assessore alle Politiche scolastiche, Roberta Boscarino-. “Questa manifestazione – ha concluso- che ha un elevato valore educativo, mira a valorizzare l’utilizzo dei prodotti a chilometro zero. Al contempo fornisce l’occasione per sottolineare l’importanza della conoscenza degli alimenti sani e ne sollecita il consumo. Ci auspichiamo che questa iniziativa, che vede la “Costanzo” come scuola pilota, possa essere condivisa dagli altri istituti comprensivi della città”.

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

X