Domenica 1 luglio partono le Feste Archimedee 2018, Ortigia si trasforma nell’isola felice

La rassegna multidisciplinare ideata dal pediatra siracusano Carlo Gilistro non mancherà di stupire adulti e bambini... inseguendo l'X factor dei piccoli siracusani

Siracusa- E’ già partito a Siracusa il conto alla rovescia per l’inaugurazione dell’edizione 2018 delle “Feste Archimedee”. Si svolgerà anche quest’anno in Ortigia, dal 1 all’8 luglio prossimi, l’attesa rassegna multidisciplinare, in cui arte e scienza si amalgamano con l’obiettivo di far emergere ed incentivare il talento dei più piccoli, contagiandoli di sano entusiasmo, prezioso alleato lungo il percorso di crescita.
Il corteo di apertura partirà alle 19.00 di domenica 1 luglio dal ponte nuovo Santa Lucia per giungere, intorno alle 20.00, in Piazza Minerva dove si terrà la cerimonia inaugurale.
Nato nel 2012 da una felice intuizione del pediatra Carlo Gilistro- affiancato nella realizzazione del progetto da Edda Cancelliere, docente- l’originale format, innovativo e coinvolgente, è destinato ad essere, e già in diverse occasioni lo è stato, esportato in altre realtà nazionali, con le quali sono stati e saranno tessuti ancora interessanti gemellaggi culturali, come quello previsto per il 2019 con la città di Lecce.
La mission di questa poliedrica “formula pedagogica”, con cui si sperimenta con successo l’intrattenimento puro, rimane, quindi, quella di intercettare l’X factor di bambini ed adolescenti, alimentando le loro passioni e offrendo loro una gratificante vetrina pubblica in cui mostrare, in un festival con premiazione e gran galà finale, il frutto del loro impegno e delle loro naturali attitudini.
Ispirata e dedicata ad Archimede, genio nato a Siracusa, dunque, questa manifestazione, ormai dal 2016 calendarizzata tra gli appuntamenti fissi dell’estate siciliana, tornerà domenica prossima a colorare di speranze e sogni il centro storico aretuseo, che ospiterà in diverse “stazioni operative” (Antico Mercato di via Trieste, Largo XXV Luglio, Palazzo della Provincia in via Roma e Piazza Minerva) le varie attività, aperte al pubblico, programmate per tutti gli otto giorni, a partire dalle 19.00 alle 24.00: laboratori ludico-didattici (musicali, artistici teatrali); mostre permanenti tematiche; esibizioni e conferenze di approfondimento.
La parentesi scientifica dell’evento, invece, sarà costituita dal contestuale svolgimento delle “Giornate pediatriche siracusane”, che saranno ospitate il 6 e il 7 Luglio all’Urban center, di via Bixio. Qui, convergeranno insigni medici specializzati in varie branche della pediatria, che si confronteranno e illustreranno ai partecipanti “Le novità che contano”, trattando diversi “casi clinici emblematici”.
Durante le due giornate e le tre sezioni di lavoro, in cui sarà articolato l’incontro, si parlerà di nuovi farmaci e delle loro funzioni, da quelli per la pelle a quelli per la mente, da quelli usati per fronteggiare le emergenze a quelli impiegati per migliorare le performance dell’apparato digerente. Uno spazio importante sarà, invece, dedicato alla neuropsichiatria infantile e all’importanza dell’arte nei processi terapeutici, su impulso del dottore Gilistro, molto sensibile ai problemi psicologici delle nuove generazioni, sottoposte come denuncia da tempo a sollecitazioni martellanti e anche deleterie che deviano il contatto con la realtà.
I particolari dell’iniziativa di questa edizione saranno illustrati lunedì prossimo, 2 luglio, alle ore 10.30 nella sala stampa del Comune di Siracusa, assieme al neo sindaco Francesco Italia.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

X