Eclissi, un “vivaio” di emozioni e di bella gente, oltre mille presenze, nello spazio di via di Villa Ortisi

Sold out per l’evento organizzato dall’associazione Rifiuti Zero in collaborazione con volontari di diverse associazioni e della società civile, che hanno consentito di assistere all’eclissi lunare di ieri sera in un polmone verde restituito alla città , in tutta la sua “bellezza” aggregativa.

Siracusa- Sold out ieri sera in via di Villa Ortisi al vivaio comunale, dove l’associazione Rifiuti Zero, con la collaborazione di volontari di altre realtà associative no profit della città e della società civile, ha consentito alla cittadinanza e ai turisti di assistere all’eclissi annunciata dalle 22 , con il suggestivo fenomeno della luna rossa, all’interno del polmone verde rigenerato e restituito alla fruizione collettiva con la nuova funzione di contenitore socio-culturale.

Oltre allo spettacolo naturale , offertosi puntualmente agli occhi degli spettatori, che hanno potuto utilizzare tre telescopi messi loro a disposizione (risultati pochini rispetto all’inaspettata utenza), i volontari , rivelatisi  comunque ottimi padroni di casa, non hanno fatto mancare il rinfresco ai loro tanti ospiti: circa 1500 le presenze stimate in un via vai continuo di persone di ogni età.

Il banchetto allestito, con cura dei dettagli estetici, prevedeva assaggi di eccellenze del paniere locale: il pane di Lentini preparato con grani antichi, il miele di Sortino,l’ olio degli Iblei, uova biologiche.

Stuzzichini che hanno conquistato il palato di grandi e piccini, che non hanno rinunciato a fare il bis, conquistati dalla semplicità e intensità del sapore di quei preparati semplici, tramandati dalla tradizione contadina locale.

Inoltre,  ricercatori e docenti del Liceo scientifico Luigi Einaudi  hanno  soddisfatto con delle lezioni sul posto la curiosità dei presenti sul fenomeno che stavano osservando, catturando la loro attenzione.

Una serata che ha messo in luce, nonostante l’eclissi, l’importanza dell’attività delle associazioni del territorio, come strumenti di aggregazione e veicoli di messaggi positivi e operatività a costo zero.

E’ bastato un invito sui social, fatto in economia, puntando sulla cooperazione,  per regalare un momento di condivisione, all’interno di una struttura abbandonata troppo a lungo.

Mascia Quadarella

Si ringrazia per le foto dell’eclissi Antonino Calasanzio

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

CircaMascia Quadarella

Giornalista Contatta:Website | Facebook | Altri articoli

X