Inquinamento: “Basta inquinamento dell’aria” torna a manifestare. Sabato prossimo alle 15.30 da piazza America ad Augusta

“Basta inquinamento dell’aria a Siracusa, Priolo, Melilli ed Augusta” manifesterà proprio ad Augusta per sensibilizzare le istituzioni locali contro le emissioni inquinanti e i miasmi

Augusta- Il gruppo “Basta inquinamento dell’aria a Siracusa, Priolo, Melilli ed Augusta” torna a manifestare per le strade della zona nord della provincia di Siracusa. Sabato prossimo, 2 dicembre, infatti, è stata fissata ad Augusta la seconda tappa della campagna itinerante di sensibilizzazione “non violenta” contro la polluzione atmosferica da emissioni industriali. L’appuntamento per il raduno dei partecipanti è stabilito per le 15.30 in piazza America, da dove si muoverà il corteo, che percorrerà il seguente itinerario: piazza Fontana/America, viale Italia, via Giovanni Lavaggi, salita della Villa, via Cristoforo Colombo, via Principe Umberto, Piazza Duomo. Obiettivo dell’iniziativa di coinvolgimento pubblico rimane quella di spronare i rappresentanti delle istituzioni e degli enti locali a intraprendere tutte le necessarie iniziative di tutela della Salute collettiva, agendo a contrasto dei “miasmi” e del contenuto inquinante che i fumi dei camini industriali sprigionano, con le conseguenze per le popolazioni, residenti a ridosso del petrolchimico, che purtroppo molti hanno provato sulla propria pelle o su quella di un familiare, o dalle quali nessuno può ritenersi immune: patologie oncologiche, leucemie, malformazioni, ma anche problemi respiratori e allergie legati alla compromessa qualità dell’aria.
Destinataria di questi atti di indirizzo, stavolta, sarà la prima cittadina del comune megarese, Cettina Di Pietro, il cui territorio di pertinenza paga da anni lo scotto della presenza delle ciminiere.
All’appello del gruppo – che ricordiamo, è nato sui social dall’aggregazione spontanea di cittadini, che protestavano dalle personali bacheche, la scorsa estate, contro l’aria irrespirabile e che si sono ben presto ritrovati davanti la Procura a rivendicare il diritto alla Salute- stavolta sembra che risponderanno diverse associazioni che operano nel settore ecologico e del volontariato. In prima linea anche il prete anti-inquinamento Don Palmiro Prisutto, che proprio ad Augusta, ha avviato una dura battaglia contro le emissioni deleterie. Il gruppo rigetta qualsiasi forma di affiliazione politica poiché mosso dall’unico fine comune di contribuire a migliorare la qualità dell’aria e dunque della vita nel siracusano.
N.B. In caso di pioggia battente o condizioni particolarmente avverse l’organizzazione si riserva la facoltà di rimandare la manifestazione per ragioni di sicurezza, riproponendo l’appuntamento al sabato successivo.

Mascia Quadarella

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

X