Un anno senza Anna. Nella chiesa di Santa Rita si ricorda la compianta ispettrice Ferrini

Una donna in divisa, rigorosa e professionale, Anna è rimasta nel cuore di tanti siracusani e non solo dei suoi familiari e colleghi

Siracusa- In ricordo di una donna semplice, ma combattiva, nella vita e nel lavoro, nel tardo pomeriggio di oggi, alle 18.00, nella Chiesa di Santa Rita, i familiari, gli amici e i colleghi, ad un anno dalla sua prematura scomparsa, ricorderanno Anna Ferrini, amata ispettrice della Polizia municipale di Siracusa, strappata all’affetto dei cari a 57 anni da un brutto male. Era una donna molto apprezzata Anna, portamento autorevole, che si sposava con quella divisa indossata con orgoglio e senso del dovere, con un sorriso che lasciava trasparire un’indole materna, confortante, indimenticabile. Anna era la sintesi perfetta della donna contemporanea, che non sta mai ferma un attimo, anche quando le forze l’abbandonavano: professionale sul lavoro, attenta e presente in ambito familiare, un esempio di sacrificio e lotta, fino all’ultimo, anche  quando, sempre con il suo fare tranquillizzante, ha dovuto salutare questa vita terrena.

Mascia Quadarella

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

X