Ultim'ora

All’Urban center il Paradiso dei calzini spaiati, con l’AIPD

Siracusa-  Sono stati l’amore e la caparbietà di grandi genitori, che sono riusciti a convertire la sofferenza e le paure in azione, ad aver trasformato il mondo della disabilità, un tempo emarginato dal reticolato del pregiudizio, in un microcosmo in espansione, pronto ad inserirsi nella società, con il suo carico di risorse umane, travolgenti.

A piccoli passi, fatti spesso in punta di piedi, avvolti in  calzini spaiati, indici di confusione ma soprattutto emblemi di allegria e spontaneità, i bambini, i ragazzi  e gli adulti “speciali” hanno  dimostrato che sono davvero capaci di fare la differenza, ridando alla vita il valore che merita, al di là dell’avvilente ricerca di una perfezione che non esiste.

Loro che devono faticare il doppio, se non il triplo, per raggiungere i traguardi dell’autonomia personale, diventano sussidiari umani, da consultare ogni giorno, per imparare a superare con il sorriso  le piccole e grandi difficoltà della vita.

Con questa energia contagiosa che li contraddistingue, questa mattina, i bambini ed i  ragazzi con la sindrome di Down hanno celebrato anche a Siracusa la Giornata loro dedicata, organizzata all’Urban center dalla sezione provinciale Aipd, l’Associazione italiana persone Down, in collaborazione con altre forze associative che si spendono nel territorio nel campo della solidarietà e della sensibilizzazione.

Quello di oggi è stato un momento gioioso di festa, di sensibilizzazione, di integrazione, suggellato da un coreografico  flashmob, che infonde la speranza di un mondo vario ed accogliente. Evviva i calzini spaiati, che tutti indossiamo…e che oggi abbiamo potuto esibire con disinvoltura.

Mascia Quadarella

 

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4915 Articoli
Giornalista