Ultim'ora

“Fare Alternativa Libera Siracusa” si schiera con Vinciullo sindaco. Oggi l’ufficializzazione del matrimonio elettorale

Siracusa- Dopo la fuoriuscita dal Meet up, in seno al quale aveva mosso i primi passi nella politica attiva della città, guadagnando tuttavia più visibilità come battitore libero, cittadino deluso dai 5 stelle, impegnato in azioni civiche senza appartenenze partitiche, organizzatore della manifestazione itinerante per le vie della città “Archimede in movimento”, Salvatore Russo, che qualcuno vedeva già come potenziale candidato sindaco per la sua lista Alternativa Libera,  alla fine ha  deciso di legarsi, “sposando” il programma politico dell’ex parlamentare regionale Enzo Vinciullo, che sosterrà con la ribattezzata lista “Fare Alternativa Libera Siracusa” per concorrere alla poltrona di primo cittadino del capoluogo. Stamattina i due alleati, nel corso di una conferenza stampa convocata alle spalle di piazza Archimede, hanno sottolineato la fiducia reciproca nell’inseguire un progetto di rilancio di Siracusa, precisando che in più di un’occasione, in passato, si sono trovati a collaborare attraverso la mediazione dei consiglieri comunali dell’attuale opposizione, fedelissimi a Vinciullo, Fabio Alota e Salvatore Castagnino. Questi ultimi avrebbero tradotto in proposte al Civico consesso degli input lanciati proprio da Salvatore Russo. Vinciullo ha ricordato alcune battaglie condotte con Russo, per rivendicare ad esempio l’illuminazione lungo lo svincolo della Madonnina, sulla SS 115, che collega ad Avola. Russo ha rimarcato, più volte,  di esser stato proprio lui ad  incalzare per ridare decoro, attraverso il restauro, alla Fontana di Diana, ottenendo senza giocare un ruolo istituzionale il recupero del bene monumentale. Attualmente a sostenere Vinciullo sarebbero 4 liste. “Quattro vere- sottolinea con un velo di ironia il professore- vale a dire quattro reali , non supposte. Vede- ha continuato- io diffido da chi, da una notte all’altra, se ne esce fuori con il sostegno di 12 liste, che per essere presentate ricordiamo, in un comune come Siracusa, vanno sottoscritte da non meno di 700 persone, quindi in tal caso avranno bisogno di raccogliere 8400 firme e mi sembra molto difficile”. E a chi un giorno lo vede rinunciare alla sua ambizione di sindaco, Vinciullo ricorda: “ Io non mi ritiro, come vedete, ma rilancio la mia candidatura, perché ho un progetto di città che vorrei, con la fiducia della cittadinanza, realizzare assieme anche a Salvatore Russo, con cui abbiamo deciso di condividere assieme questo percorso”. Alla  domanda rivolta a Russo, se dal canto suo spera di ottenere, in caso di elezione di Vinciullo, un assessorato, lo stesso risponde che sarà candidato al Consiglio comunale, e che ha dimostrato che la politica si può fare anche dall’esterno, senza incarichi specifici”.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4647 Articoli
Giornalista