Ultim'ora

Arrestati truffatori dello “specchietto”

Siracusa – Sono finiti agli arresti, uno in carcere e l’altro ai domiciliari, padre e figlio di Noto, Francesco e Gaetano Fiaschè, di 48  e 25 anni, entrambi già conosciuti negli ambienti giudiziari, rei di aver perpetrato diverse “truffe dello specchietto”. I due avevano ormai consolidato, secondo le indagini avviate l’estate scorsa,  la loro modalità operativa: individuavano la potenziale vittima in strada, si lasciavano superare in corsa e  procedevano a colorare la parte verniciata dello specchietto laterale del loro veicolo del colore dell’auto designata, scagliavano un sasso per colpirla e poi inducevano il conducente a fermarsi per contestargli il simulato “sinistro”.  Vista la lieve entità dei danni, poi, convincevano la controparte a risolvere il tutto con un risarcimento sul posto.

I due durante l’estate scorsa erano stati denunciati per tre volte, con l’annesso  sequestro dei colori a cera, cacciaviti ed altro materiale che impiegavano per realizzare la truffa.

Grazie agli elementi di prova raccolti a loro carico dai carabinieri di Cassibile, l’Autorità giudiziaria ha  emesso le misure cautelari eseguite ieri.

I Carabinieri, visto il dilagare di questa tipologia di reato, consigliano agli automobilisti di segnalare casi analoghi e di provvedere a segnalare targhe e modelli di auto sulle quali gli eventuali truffatori viaggiano, per consentire alle forze dell’ordine di assicurarli alla giustizia.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4825 Articoli
Giornalista