Ultim'ora

Banchina 3 inaugurata, ora si attendono le grandi navi e l’accoglienza dovrà essere impeccabile

Siracusa – Alla presenza delle autorità civili, politiche e militari della città, il sindaco, Giancarlo Garozzo ed il prefetto di Siracusa, Giuseppe Castaldo, hanno inaugurato stamani al Porto Grande la banchina per navi da crociera.

“Il completamento della banchina 3 – afferma il sindaco, Giancarlo Garozzo – è una buona notizia per il rilancio in senso turistico del nostro scalo e per la nostra economia. Avevamo preso un impegno in campagna elettorale, quando i lavori al Porto grande stagnavano e c’era il rischio concreto di perdere i finanziamenti europei a causa dei ritardi accumulati: quella promessa oggi è mantenuta al 90 per cento, perché delle 11 banchine del progetto ne sono state completate 10 e nei prossimi mesi consegneremo anche la 2. Ciò è stato possibile grazie all’ascolto trovato nel governo Renzi, che si è fatto carico delle somme necessarie a completare l’opera quando è apparso chiaro che l’impresa non sarebbe riuscita a presentare la rendicontazione entro il 2015”.

La banchina 3 del Molo Sant’Antonio è lunga poco più di 270 metri: in essa sono  ubicate 11 bitte della portata di 100 tonnellate ciascuno. La quota del fondale è di –10 metri dal livello medio mare. Il fronte della banchina è realizzato con una doppia fila di palancole in acciaio adatte, oltre a contenere il materiale di riempimento, anche a creare il meccanismo di “anti riflettenza” dell’onda. Essa, inoltre, risulta quasi 30 metri più larga della precedente, e oltre 50 metri più lunga. Per il riempimento del nuovo piazzale sono stati usati i materiali provenienti dal dragaggio dello specchio d’acqua antistante le banchine del molo Sant’Antonio, in ottemperanza a quelle che sono le restrizioni di carattere ambientale previste per un sito SIN come quello di Siracusa. Lungo la banchina, infine, sono state realizzate le condotte dell’impianto di adduzione idrica, e gli impianti antincendio e di illuminazione.

Conclude il sindaco Garozzo: “Oggi è una grande giornata perché siamo riusciti ad evitare l’ennesima incompiuta siciliana e perché apriamo una nuova pagina per l’economia siracusana, che trarrà vantaggi dal turismo legato alle grandi navi da crociera. Siracusa si candida ad essere una delle tappe più ambite del Mediterraneo grazie alla posizione strategica del suo porto: si trova infatti in Ortigia, meta per tutti i visitatori che arrivano in città, a pochi minuti dall’area archeologia di Neapolis e da molti altri gioielli del patrimonio artistico e culturale”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4915 Articoli
Giornalista