Ultim'ora

Belvedere, 29 enne si lancia da un parapetto a 10 metri di altezza per sfuggire ad un controllo dei Carabinieri

Siracusa – Si è lanciato dal parapetto di un edificio, dall’altezza di  circa 10 metri, per sottrarsi  ad un controllo dei Carabinieri, riportando gravi traumi, che hanno reso necessario il suo trasporto d’urgenza in ospedale, per un’emorragia riportata nel violento impatto con il suolo e delle fratture.

E’ successo a Siracusa, ieri, in prossimità di una zona militare della frazione di Belvedere. Protagonista un giovane di 29 anni, G.L che, insieme al fratello, veniva fermato da una gazzella di Carabinieri, intervenuti a seguito della telefonata  di un cittadino che, temendo si potesse trattare di potenziali ladri, aveva segnalato la  presenza nella zona decentrata  di due uomini con atteggiamento sospetto.

Mentre il minore  dei due fratelli, P.G, non frapponeva alcuna resistenza alla perquisizione, G.L, inspiegabilmente si dava improvvisamente alla fuga con l’epilogo della tragedia sfiorata: finendo in un vicolo cieco, non gli sarebbe restato che buttarsi giù, rischiando la vita. Dopo aver assicurato alle cure dei sanitari il ferito i Carabinieri hanno proceduto alla perquisizione domiciliare in casa dei giovani, dove sono state rinvenute e sequestrate una dose di marijuana, una cartuccia da guerra calibro 5.56 e sostanze anabolizzanti vietate dalla legge.

Al termine degli accertamenti il G.L è stato dichiarato in stato di arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e successivamente rimesso in libertà, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, mentre entrambi sono stati denunciati per il possesso di munizionamento da guerra e di sostanze anabolizzanti vietate, e segnalati alla  Prefettura per il possesso dello stupefacente.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4861 Articoli
Giornalista