Bilancio di fine anno 2018 del sindaco di Priolo, Pippo Gianni. Video

Il primo cittadino del comune industriale traccia un primo bilancio dell'attività amministrativa

Priolo Gargallo- “Ho trovato un paese avvolto da un clima di odio, tutti contro tutti,  e in questi mesi abbiamo dovuto lavorare per ripristinare, invece, il dialogo, il confronto, per costruire una comunità sana, collaborativa, che condivide”.
Ha iniziato così la conferenza di fine anno 2018 il sindaco di Priolo Gargallo, Pippo Gianni, che assieme alla sua giunta, alla presidente del Consiglio comunale ed ai membri del suo staff, ha voluto tracciare il bilancio dei primi mesi di attività del suo esecutivo.
Le azioni finora messe in campo mirerebbero a rispettare gli impegni elettorali: quel patto siglato con i cittadini su punti fondamentali per ottimizzare il presente e il futuro del comune industriale del Siracusano.
Il programma elettorale si sviluppa su macro-assi portanti: scuola e giovani; sport e attività ricreative; lavoro e sviluppo; Sociale e servizi al cittadino, Ambiente e Salute; Infrastrutture e opere pubbliche.
Seguendo queste direttrici, assessori e consiglieri comunali di maggioranza starebbero lavorando per riportare Priolo in “condizioni di normalità”
“Il territorio- ha ricordato il primo cittadino priolese- è afflitto da malattie, disoccupazione e povertà emergenti e dilaganti, da arginare e contrastare, come le tossicodipendenze in incremento, che si registrano tra giovani e non solo”.
Sarà realizzata una cittadella didattica polivalente (dalla scuola dell’infanzia all’università). Oltre ad offrire i servizi essenziali, in anticipo rispetto alla tempistica consuetudinaria, l’amministrazione comunale ha pensato a tessere importanti accordi, con due scuole superiori di Floridia ed Augusta, per ottenere in città le succursali del liceo scientifico e dell’industriale, in modo da limitare gli spostamenti dei ragazzi, oggi tutti pendolari, offrendo loro una formazione adeguata alle richieste del mercato del lavoro locale.
Notizia delle ultime ore, sarà anche data l’opportunità agli studenti di musica meritevoli del comune di Priolo di frequentare degli stage full immersion estivi a New York, grazie alla proposta di una partenership lanciata, ieri , in conferenza stampa da Dave Schroeder, esperto di Jazz protagonista del concerto di Santo Stefano, assieme al maestro Antonio Figura, eccelso pianista.
Un impegno, già mostrato sul campo, sarebbe quello nei confronti delle fasce sociali deboli: dagli anziani, ai diversamente abili e infine alle famiglie con grave disagio sociale e/o abitativo. Sono tanti gli assistiti dal Comune, che non nega aiuto concreto a chi vive momenti di difficoltà ed avvilimento. In materia di social housing, probabilmente in un’area di proprietà comunale saranno realizzati una dozzina di alloggi “popolari”.

“Continuerà la battaglia a tutela dell’Ambiente e della Salute Pubblica- annuncia Gianni-. Nessuno speculerà ancora sul territorio, e non parlo solo di industriali”.
Inoltre, un plauso dell’amministrazione è stato rivolto alla società in house che gestisce diversi servizi in città, che pare sia entrata a pieno regime operativo.

In materia di rifiuti Gianni ha precisato che farà in modo di ovviare, se possibile, alla mancata previsione nel capitolato di gestione del servizio di nettezza urbana della distribuzione gratuita dei sacchetti per l’immondizia, che oggi i cittadini dovranno pagare.

Il sindaco, inoltre, ha sottolineato la sua ferma volontà di rinunciare per intero all’indennità prevista per la sua carica, devolvendo l’intero stipendio da primo cittadino ad un fondo destinato all’avvio delle start up per giovani priolesi, desiderosi di far nascere nuove attività imprenditoriali in loco. Ha lasciato, tuttavia, liberi i suoi assessori di devolvere metà dei loro stipendi o di trattenerli per intero.

“Vogliamo – ha concluso- Gianni tornare ad avere un comune sano e produttivo, coeso e non diviso, funzionale e capace di rispondere alle esigenze di tutti i cittadini, quelli fragili in particolare”.

Mascia Quadarella

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail