Ultim'ora

Bilancio post-ponte dei Carabinieri: presidiati i punti sensibili e giro di vite sugli esercenti non in regola

Siracusa – Bilancio post ponte del Primo maggio dei Carabinieri del Comando provinciale. Durante le festività tra fine aprile e l’inizio  di maggio sono stati incrementati  i controlli nel siracusano da parte dei militari dell’Arma, come disposto dal prefetto di Siracusa, Giuseppe Castaldo, nell’ultima riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza.

Nell’ambito di tale attività è stato incrementato il numero di pattuglie presenti nelle strade, in particolare nelle aree di affluenza di massa e in quelle zone soggette a furti e altri  reati contro il patrimonio.

Numerose le “visite” a sorpresa in casa dei soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà, così come diverse sono le perquisizioni eseguite per rinvenire eventuali armi, refurtiva o sostanze stupefacenti.

In totale sono state 950 le  persone controllate ed identificate, 713 i  mezzi fermati e sottoposti a controllo,   82 i posti di controllo effettuati lungo le arterie stradali e nei punti sensibili.

Inoltre, con l’ausilio dei Nas, il Nucleo antisofisticazione di Ragusa, diversi esercizi pubblici sono stati ispezionati per verificare il rispetto delle norme igienico-sanitarie.

 

Il dettaglio dell’attività straordinaria ha portato ai seguenti risultati:

  •    1 arresto per il reato di evasione.

Reitera nell’evasione dei domiciliari, Mario Melino, 36 enne di Floridia, che anche ieri è stato sorpreso dai Carabinieri fuori dalla sua abitazione. Pochi giorni fa lo stesso, nascondendosi sotto un’automobile in sosta, aveva tentato di sfuggire ai militari della Tenenza di Floridia che si erano messi sulle sue tracce per un episodio analogo

  •  2 denunce per il reato di guida senza patente.

Due 28 enni, M. C. e B. M,  sono  stati colti alla guida dei rispettivi veicoli sprovvisti di patente di guida perché mai conseguita: per entrambi, alla luce della recidiva accertata nell’ultimo biennio, è scatta una denuncia a piede libero, oltre al fermo amministrativo dei rispettivi mezzi

  • 1 denuncia per il reato di ricettazione.

Una 32  enne di Pachino, B. M. A, nel corso di una  perquisizione domiciliare, è stata trovata in possesso di uno smartphone di ultima generazione, risultato provento di furto denunciato lo scorso mese presso i Carabinieri di Pachino. Il cellulare recuperato è stato restituito al legittimo proprietario.

  • 1 denuncia per violazione degli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza
  1. R, 42 anni, sottoposto alla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, è stato controllato in compagnia di altri soggetti gravati da precedenti penali, violando, così, le prescrizione impostegli dalla citata misura di prevenzione;

 

  • 2 denunce per il reato di furto aggravato.
  1. G. 26 anni e M. G. 28 anni, sono stati denunciati per il reato di furto aggravato in quanto sorpresi dai Carabinieri subito dopo aver asportato circa 10 kg di cavi elettrici in rame da un oleificio, attualmente in stato di abbandono, nel comune di Buccheri;

 

  • 1 denuncia per il reato di furto di energia elettrica.
  1. C.C, di 40 anni, dovrà rispondere di furto di energia elettrica poiché, a seguito di mirato controllo eseguito unitamente a personale specializzato Enel presso la propria abitazione, veniva accertata la manomissione del contatore dell’energia elettrica finalizzata a ridurre il conteggio dei consumi. L’espediente usato era quello ormai rinomato dell’installazione di un magnete sul retro dell’apparecchio di rilevazione dei consumi.

 

  • elevate sanzioni amministrative per un importo di oltre 14.000 euro per violazioni in materia igienico – sanitaria.

In particolare, a seguito dei vari controlli effettuati con il supporto dei Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Ragusa presso vari esercizi commerciali del territorio, in un negozio di Rosolini per la vendita al dettaglio di generi alimentari sono state accertate violazioni di varia natura, tra cui la mancanza delle indicazioni in lingua italiana dei prodotti alimentari posti in vendita, l’assenza dell’attestato di formazione alimentarista per il personale impiegato, l’impossibilità di accertare la provenienza di numerosi prodotti in quanto confezionati in contenitori privi di idonea etichettatura. Nel corso del servizio sono state sottoposte a sequestro circa 300 confezioni di prodotti alimentari di varia natura di cui non è stato possibile individuare né l’esatta natura né la provenienza.

  • Recuperato un motociclo rubato.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Siracusa, a seguito di una breve ricerca, hanno rinvenuto una moto di grossa cilindrata che era stata rubata ad un turista. Il mezzo è stato recuperato all’interno di un condominio di Siracusa e restituito al proprietario.

 

  • Elevate 21 contravvenzioni per infrazioni varie al Codice della strada di cui 8 ad altrettanti soggetti trovati alla guida della propria autovettura con patente mai conseguita per i quali, alla luce della recente modifica normativa di settore, è scattata una sanzione amministrativa pari a cinquemila euro ciascuno ed il fermo amministrativo del mezzo; 3 persone sono state sanzionate poiché sorprese alla guida del proprio veicolo sprovviste di copertura assicurativa obbligatoria: per loro è scattata la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 841 a euro 3.287 con relativo sequestro amministrativo del mezzo; 6 persone sono state colte alla guida dei propri motocicli/ciclomotori senza indossare il casco: per ciascuno di loro scatta una sanzione pecuniaria da 80 a 323 euro, il fermo amministrativo del mezzo per 60 giorni nonché la decurtazione di 5 punti dalla patente; 4 persone sono state colte alla guida della propria auto senza indossare le cinture di sicurezza; 1 persona è stata sanzionata in quanto non si è fermata all’alt intimatogli dai militari operanti; 3 persone sono state contravvenzionate poiché controllate senza documenti di guida e/o di circolazione al seguito.
  • 8 persone segnalate alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti in quanto trovate tutte in possesso di alcune dosi di stupefacente destinata all’uso personale che sono state sottoposte a sequestro;
  • controllate 65 persone sottoposte ad obblighi di vario genere in tutto il territorio di competenza.

“L’attenzione del Comando Provinciale – sottolineano i Carabinieri-  rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di ordine e sicurezza pubblica avanzate dai cittadini. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.”

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4826 Articoli
Giornalista