Ultim'ora

Caso loculi, Don Rosario Lo Bello: “Sindaco lasci stare i morti, la prego”

Siracusa- Riceviamo e pubblichiamo l’appello di padre Rosario Lo Bello, parroco della Chiesa di San Paolo Aposto in Ortigia, indirizzata al sindaco Francesco Italia e alla sua giunta, sulla deliberazione relativa al canone di rinnovo della concessione del singolo loculo, fissato a 600 euro.

“Non sono propriamente una autorità- scrive il prete siracusano, da sempre impegnato a sostenere le fasce sociali deboli- ma  da parroco vorrei lanciare un appello al nostro sindaco Francesco Italia.
Sappiamo bene che le ultime tre amministrazioni (due di centrodestra) non hanno lasciato le casse comunali in buono stato e che adesso non è facile governare senza soldi, e neanche mantenere i servizi essenziali per la comunità. Tanti problemi della città, esplosi da poco, non sono attribuibili a Italia, ma hanno una origine più remota.
Tuttavia chiedo al sindaco di non toccare i defunti”. “Tantissime persone di Ortigia, Santa Panagia, Mazzarona- spiega Don Rosario Lo Bello-  non hanno lavoro e soldi neanche per mangiare.Anche se la legge lo prevede, per favore, non tocchi i morti, non chieda soldi per il rinnovo delle concessioni.Penso a tante povere donne anziane che non avranno più dove andare a trovare i loro mariti o i loro figli. Il cimitero è un luogo di identità spirituale e morale per la nostra comunità. Francesco Italia stai rischiando di distruggere la tua carriera politica. Non farlo. Puoi ancora tornare indietro e mostrare a tutti che sei un ragazzo saggio!”

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4862 Articoli
Giornalista