Ultim'ora

Cassa Edile e Opt, rapporto sicurezza 2017: settore in sofferenza acuta in provincia di Siracusa

Come ogni anno, l’Opt di Siracusa (Organismo Paritetico Territoriale per la formazione e sicurezza in edilizia) ha stilato il resoconto dell’attività di consulenza ed assistenza tecnica in materia di sicurezza erogata alle imprese ed ai lavoratori edili direttamente in cantiere.
I dati contenuti nel Rapporto 2017 descrivono statisticamente le inadempienze riscontrate durante le visite in cantiere.
I dati forniti dalla Cassa Edile Siracusana sullo stato di salute del settore delle costruzioni nel nostro territorio provinciale non sono confortanti. Il confronto tra il 2016 ed il 2017 conferma la tendenza negativa registrata negli ultimi anni;  tendenza che dal 2008, anno in cui si sono ravvisati i primi segnali della crisi, ad oggi registra perdite in tutte le voci contemplate: dal 2008 al 2017, il numero delle imprese si è ridotto del 41% mentre quello degli operai del 60% (da 10.718 a 4.318). Questo il quadro desolante che mostra con crudeltà la correlazione tra crisi economica, concorrenza sleale e difficoltà delle imprese a rispettare i parametri di sicurezza previsti dalla normativa di riferimento.
Particolare importanza, per l’esame della sicurezza nei cantieri, riveste la dimensione dell’azienda: l’impresa maggiormente strutturata riesce meglio a controllare i rischi nei propri luoghi di lavoro, spesso grazie alla presenza di professionalità interne all’azienda in grado di far rispettare gli adempimenti normativi. Ma si tratta di una nicchia di “eccellenza”. Purtroppo le imprese del settore nella nostra provincia per il 90% occupano fino ad un massimo di 5 dipendenti.
Come più volte detto dalle parti sociali di Cassa Edile ed Organismo Paritetico Territoriale (Ance, Feneal/UIL, Filca/CISL e Fillea/CGIL) la situazione del settore edile nella provincia di Siracusa è realmente drammatica, soprattutto alla luce della mancanza di prospettive di lavoro nel breve termine per assenza di investimenti pubblici di cui il territorio avrebbe necessità.
A nulla sono valsi gli appelli fatti a gran voce dal Presidente di Ance Siracusa, Massimo Riili e dai Segretari delle tre sigle sindacali Saveria Corallo, Paolo Gallo e Salvatore Carnevale: le istituzioni regionali e gli enti locali non hanno ad oggi saputo dare alcuna efficace risposta.
Di fatto, dei 124 cantieri visitati dall’OPT Siracusa nell’anno 2017, solo 17 riguardano opere pubbliche mentre 107 sono cantieri privati. Il 78% delle consulenze sono state erogate in cantieri il cui importo lavori non supera i 250.000 euro.
In occasione delle 212 consulenze effettuate, sono state rilevate 3.139 inadempienze alle norme di sicurezza, di cui:
– 1.185 riguardanti carenze di documentazione, assenza nell’organigramma aziendale di figure responsabili della sicurezza e carenze di formazione/informazione/addestramento;
– 1.954 relative ad impianti e logistica di cantiere, attrezzature e macchine, dispositivi di protezione collettiva ed individuale.
La redazione del report annuale consente alle Parti Sociali di disporre di una visione d’insieme delle criticità del settore con l’obiettivo di poter mettere in campo le necessarie azioni correttive e di supporto alle imprese, finalizzate alla tutela della sicurezza e salute dei lavoratori, anche per mezzo degli enti bilaterali OPT Siracusa e Cassa Edile con azioni di prevenzione, che ancora risulta essere particolarmente efficace.
Secondo il Comitato di Presidenza dell’OPT Siracusa, del presidente Alberto Di Stefano e della vicepresidente Saveria Corallo, occorre migliorare la sinergia tra tutti i soggetti e gli enti che a vario titolo si occupano della materia al fine di garantire il rispetto delle condizioni di sicurezza all’interno dei cantieri, assicurando assistenza e vigilanza, consulenza e controllo, ma anche premialità per le imprese “virtuose”.

Con il rinnovo del Contratto Integrativo Provinciale per i dipendenti delle Imprese edili e affini il 3 aprile 2017, le Parti Sociali (Ance, Feneal/UIL, Filca/CISL e Feneal/CGIL), infatti, hanno inteso premiare le imprese “virtuose” concedendo un bonus/sconto sul contributo dovuto alla Cassa Edile Siracusana.

I requisiti per le imprese per avere accesso al beneficio premiale, che verranno verificati dalla Cassa Edile Siracusana e dall’OPT Siracusa, sono:
a) regolarità contributiva in Cassa Edile e corretta applicazione del CCNL e del relativo CCPL vigente nella provincia di Siracusa,
b) rispetto delle condizioni di salute e sicurezza nei cantieri,
c) formazione, informazione e addestramento dei lavoratori come previsto dalla norma

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4647 Articoli
Giornalista