Ecco quali sono i varchi resi accessibili ai disabili nell’Amp del Plemmirio

Questa mattina sono stati illustrati gli interventi che hanno reso possibile l'accesso al mare del Plemmirio anche alle persone in carrozzina

Siracusa – Illustrato,oggi, alla stampa il progetto di accessibilità agli sbocchi a mare di competenza dell’Area Marina Protetta del Plemmirio. All’incontro erano presenti il presidente dell’AMP, Patrizia Maiorca, il sindaco Francesco Italia, il comandante della Capitaneria di Porto, Luigi Daniello, il dirigente responsabile del Demanio, Francesco Moscuzza, il coordinatore Consortile, Giancarlo Sole Greco, il presidente dell’associazione “Valorabile” Francesco Perez e Bernadette Lo Bianco, presidente dell’associazione “Sicilia Turismo per tutti”.
“Dallo scorso anno- ha spiegato il presidente dell’Area Marina Protetta Patrizia Maiorca- abbiamo avviato un confronto con le associazioni del terzo settore che ci hanno suggerito in quali, tra i trentacinque sbocchi a mare di competenza dell’Area Marina del Plemmirio, fosse meglio intervenire per garantire una maggiore fruibilità anche da parte dei disabili. Interventi, ovviamente, effettuati nel pieno rispetto della natura”.
Tra le competenze dell’AMP c’è proprio la necessità di garantire la fruizione del mare anche ai disabili. Dopo un censimento dei 35 sbocchi a mare, dislocati lungo i 15 km di costa dell’Area Marina, sono stati individuati quelli che hanno questa vocazione. E tutto ciò grazie anche alla collaborazione con gli Enti territoriali, come il Comune, il Demanio, la Soprintendenza, la Capitaneria di Porto, il Genio Civile,le associazioni territoriali ma anche privati cittadini.
“L’accessibilità è un elemento fondamentale della sostenibilità”, lo ha detto nel suo intervento il sindaco, Francesco Italia, per il quale “Occorre rendere accessibili non soli gli sbocchi a mare ma tutti i nostri territori. Ed occorre renderli sostenibili a 360° gradi per ottenere la total quality di cui tanto si parla ma che deve essere vissuta e percepita dai cittadini in ogni circostanza. In questa occasione, insieme all’Area Marina Protetta del Plemmirio, abbiamo scelto di essere una vera e propria comunità al servizio dei cittadini. Una comunità fatta non solo dalle istituzioni ma anche dalle associazioni che si occupano dei diritti dei disabili”. E alle associazioni Italia si è poi rivolto, rimandando a Gennaio per una prima ricognizione a consuntivo della stagione in corso, e per individuare gli aspetti da migliore per la prossima stagione.
Lo scorso anno l’Area Marina Protetta ha stipulato un protocollo d’intesa con l’associazione “Valorabile” di Francesco Perez, che ha contributo all’individuazione degli interventi da effettuare e che gestirà le cinque sedie Solemar, che facilitano l’ingresso in acqua ai disabili, che l’Amp ha acquistato. Gli interventi effettuati in collaborazione con il Comune hanno riguardato la riqualificazione dell’accesso allo sbocco Numero 1 e 2, alla Fanusa. In particolare, all’accesso 2 sono stati realizzati uno scivolo e una passerella che arriva fino al mare. Ripristinata, inoltre, la discesa allo sbocco 4, danneggiata dalle mareggiate. Grazie ai maniglioni per l’accesso e la risalita anche lo sbocco 12 è stato reso idoneo ai disabili. All’accesso 21, situato accanto allo stabilimento balneare “La tonnara”,  sono state posizionate piattaforme e passerelle che dalla strada interna conducono direttamente in acqua. E sempre grazie alla sinergia con i privati, in questo caso con la ditta Varco 23, anche all’accesso 22 viene garantita l’assistenza ai disabili. Allo sbocco 25, invece, nella parte centrale dell’Area Marina Protetta del Plemmirio, grazie alla collaborazione con i privati cittadini, è stato possibile sistemare parte della strada che conduce a una piscina naturale dove in passato erano già stati posizionati i maniglioni. Alla spiaggia dell’Hotel Minareto, accesso 35, si può arrivare grazie a una scaletta naturale scavata nella roccia. Per i disabili, invece, è previsto l’ingresso dall’hotel e l’assistenza fino all’arrivo in spiaggia. Oltre alla sistemazione degli sbocchi, con una particolare attenzione per i disabili, sono stati effettuati anche interventi di pulizia e riorganizzazione di tutti gli accessi di competenza dell’Area Marina Protetta del Plemmirio. Entro Ferragosto verrà ultimata la sistemazione della cartellonistica con le regole di comportamento da adottare.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

CircaMascia Quadarella

Giornalista Contatta:Website | Facebook | Altri articoli

X