Fingevano di raccogliere fondi per associazione di sordomuti, 2 denunciate

Si tratta di due cittadine rumene accusate di truffa, abuso della credulità popolare e false attestazioni a Pubblico Ufficiale. A fermarle la Polizia

Siracusa – Fingendosi volontarie sordomute, due cittadine rumene, di 36 e 29 anni, raccoglievano donazioni per una fantomatica associazione. A fermare la loro attività fraudolenta, visto che non destinavano i fondi all’assistenza e alla beneficenza delle persone diversamente abili, quali fingevano  loro stesse di essere, sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato.

Nella fattispecie le donne, ieri mattina, sono state colte in flagranza della truffa  che stavano mettendo in atto, al Pronto soccorso dell’ospedale Umberto I di Siracusa, dove avevano raccolto già 25 euro.

Nella circostanza, ad una delle due donne, veniva notificato il provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Biancavilla emesso dal Questore di Catania.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

CircaMascia Quadarella

Giornalista Contatta:Website | Facebook | Altri articoli

X