Ultim'ora

Fratelli d’Italia rinvigorito appoggia Reale. Il partito organizzato in dipartimenti vuole dialogare con la cittadinanza

Siracusa- Cresce nelle ultime 24 ore il sostegno alla candidatura a sindaco di Ezechia Paolo Reale, condivisa al momento  dal centro-destra e da  liste e movimenti civici

Questa mattina è stato un ricompattato ” Fratelli d’Italia” a ufficializzare l’appoggio elettorale al penalista.

17  i punti del programma proposto e sottoscritto da Giuseppe Napoli, Aldo Ganci, Marco Mastriani e Francesco Finocchiaro, illustrato nel corso di una conferenza stampa.

La  compagine politica, che sembra aver ritrovato il perduto entusiasmo, tra vecchi e nuovi esponenti,  vuole avere un  occhio di riguardo per le  periferie della città, pure per  quelle decentrate del litorale,  da riqualificare sotto il profilo urbanistico, infrastrutturale,  ma anche trasformandole da dormitori a quartieri attivi ed attrattivi, per mezzo di un’ attenta pianificazione di eventi e manifestazioni.

Altro obiettivo illustrato   dai referenti territoriali quello relativo ad un processo progressivo di risoluzione dei contratti di locazione di immobili che oggi ospitano uffici municipali, verso la  realizzazione di un centro servizi unico.

Un ulteriore disegno  dei rappresentanti locali del partito guidato dalla Meloni è quello che vede “accorpare” la Borgata ad Ortigia, estendendo il centro storico del capoluogo,  facendo uscire l’area della circoscrizione  Santa Lucia dal degrado e dalla desertificazione commerciale, che oggi la caratterizzano.

“Fratelli d’Italia- ha affermato il commissario provinciale del partito, Giuseppe Napoli- ci sarà nell’amministrazione comunale di Siracusa. Daremo il nostro contributo competente. Attorno al partito, grazie anche ai movimenti che ci affiancano, si è raccolto un gruppo autorevole, per le competenze, di persone. Vogliamo fare politica in un modo nuovo, puntando sui contenuti”.

“Fratelli d’Italia- ha continuato Napoli- è suddiviso in dipartimenti che, per ragioni di campagna elettorale e organizzative, sono attualmente in fase di rodaggio, ma hanno comunque  iniziato ad avere un contatto diretto con la cittadinanza, perché noi abbracciamo il principio della democrazia partecipata. Il cittadino deve partecipare all’amministrazione della propria città, bisogna ascoltarlo, confrontarcisi, poiché spesso solo chi vive il problema può indirizzare alla risoluzione dello stesso”.

Intanto, di giorno in giorno, Reale sembra configurarsi come uno scoglio  difficile da sormontare  per il centro-sinistra ed il frammentato  Pd ,  alla luce delle  larghe e trasversali alleanze che si stanno tessendo a suo favore.

Giorni siracusani caratterizzati dall’assillo dell’imminente scadenza elettorale che, a scapito degli elettori,  si concludono oramai  all’insegna del tira e molla e rilancia di alcuni protagonisti della politica locale, che confondono le idee e offuscano, forse, anche la validità dei progetti. Purtroppo,  mancano quasi due mesi all’alba…o al tramonto e …chissà quante volte la composizione delle coalizioni, considerate dominanti, subirà modifiche, sebbene non sostanziali.

Mascia Quadarella

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4643 Articoli
Giornalista