Ultim'ora

Giovanni Napolitano “Lega” con Midolo. Sarà davvero la sua scelta definitiva o “migrerà” ancora?

Siracusa- “La Lega è la mia scelta definitiva”. Ad affermarlo, nonostante il rimbombante sottofondo di scetticismo social nei suoi confronti,  è Giovanni Napolitano. Esordito  come  outsider, tornato in città dall’America per contribuire al suo miglioramento, attuando  strategie imprenditoriali, Napolitano si è però reso  protagonista, specie  nelle ultime settimane, di una “migrazione politica” sfrontata, che lo ha visto spiccare il volo dai 5 stelle, transitare verso Vinciullo, quando quest’ultimo sembrava essersi schierato con Cutrufo, fino a giungere, ieri,  in casa del gruppo di Salvini a Siracusa, che propone la candidatura a primo cittadino di Ciccio Midolo. “Sono una persona libera- commenta la sua decisione Napolitano- non ho interessi di alcun tipo e quindi non sono soggetto a nessun condizionamento e non devo subire la volontà altrui, quando non collima con la mia. Chi ha ali per volare può continuarlo a fare senza dipendere da nessuno, fino a raggiungere la meta giusta, che ripeto per me non è costituita da un posto in giunta, bensì da un progetto da realizzare”. “ Ho trovato diverse affinità tra la mia idea di città e i punti programmatici della Lega, di cui sono stato anche nominato dirigente territoriale, in un’ottica di espansione e radicamento del partito”. “ Vorrei poter dare una spinta all’infrastrutturazione della nostra provincia: autostrade degne di tale denominazione, una potenziata rete ferroviaria, un serio servizio di trasporto pubblico”. “Anche il tema dell’immigrazione – continua Napolitano- mi coinvolge. Ritengo che l’attuale gestione dell’accoglienza sia un business per le cooperative che mal la gestiscono”. “ Inoltre- dice- la Lega punta al  miglioramento dei tassi di occupazione e non come avverrebbe con il reddito di cittadinanza, promosso dai  5 stelle,  sullo stato di disoccupazione. Anche se non può sembrare, io ho le idee chiare. Mi sono avvicinato a Vinciullo per un rapporto di stima personale, lui ha poi scelto di appoggiare la candidatura di Reale, che io non sosterrò”. “Chi potrei sostenere in caso di apparentamenti della Lega? Sicuramente mi piace molto l’avvocato Randazzo e sto cominciando anche ad apprezzare Moschella. Granata? Perché no, potrebbe. Sono tre personaggi politici che hanno competenze da spendere per la città”. “Rischierò di essere frainteso, indosso un impermeabile per le critiche e vado avanti, il mio unico obiettivo rimane quello di poter contribuire al cambiamento positivo di questa città, dove purtroppo i giochi politici si fanno troppo spesso a tavolino, con  calcolo aritmetico, e risultati lontani  dai bisogni della gente comune “.

Mascia Quadarella

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4647 Articoli
Giornalista