Ultim'ora

La motovedetta dei Carabinieri “Maronese” trasferita dalla Sicilia Orientale a Pantelleria. Ieri cerimonia di “saluto”

Jpeg

Siracusa – Ieri pomeriggio, dopo una cerimonia di saluto ufficiale, che è stata occasione per i Carabinieri del Comando provinciale di Siracusa,  per ricordare il lavoro encomiabile di controllo  delle coste siracusane, svolto dagli uomini che si sono avvicendati a bordo dell’unità navale dell’Arma, la motovedetta “Maronese” ha lasciato la Sicilia Orientale, per trasferirsi a Pantelleria.  Tra i presenti al momento del “congedo” del natante della flotta CC, diversi ufficiali, i membri dell’equipaggio ed il colonnello Luigi Grasso.

La riflessione, naturalmente, si è soffermata sul  lavoro svolto a bordo della  motovedetta  nell’ampio specchio di mare della provincia di Siracusa, in particolare durante l’estate, a garanzia di sicurezza dei bagnanti e diportisti, ma anche a contrasto di ogni forma di attività illecita.

Oltre 400 imbarcazioni, infatti, sono state controllate, e sono state rilevate diverse infrazioni,   commesse sia da diportisti sia dai  pescatori, con l’elevazione di sanzioni amministrative per un totale di circa 10.000 euro. Inoltre, dal 16 settembre scorso, la “Maronese”  ha affiancato, come accaduto anche nei mesi primaverili, le motovedette della Capitaneria di Porto e della Marina Militare impegnate lungo le coste del Mar Ionio per contrastare il fenomeno dell’immigrazione clandestina.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4915 Articoli
Giornalista