Ultim'ora

La presidente del Consiglio comunale risponde al sindaco di Palazzolo

Siracusa- “I cittadini palazzolesi si sentono cittadini siracusani e non possono essere esclusi dal dibattito che riguarda la realizzazione del nuovo ospedale di Siracusa”, lo ha ribadito questa mattina a mezzo stampa il sindaco di Palazzolo Acreide, Salvatore Gallo, ieri protagonista della controversia sorta nel corso della seduta del Consiglio comunale di Siracusa, che aveva all’ordine del giorno proprio la trattazione dell’argomento della collocazione del nuovo nosocomio del capoluogo.

Il sindaco Gallo, che più volte, almeno due a suo dire, a mezzo mail, una del 21 agosto e una del 12 novembre 2018, avrebbe chiesto di essere ascoltato per esporre le ragioni della zona montana nel corso della seduta, ma l’inserimento della sua audizione non sarebbe mai avvenuta, essendo quelle fissate sedute ordinarie e non aperte al pubblico. Pertanto ieri  avrebbe  deciso di partecipare all’assemblea da  cittadino comune, seduto tra il pubblico,  lasciandosi però sfuggire una frase di contrarietà sul passaggio in cui Castagnino, consigliere comunale dell’opposizione aretusea,  ribadiva la funzione di primo livello, e quindi non più  di ospedale provinciale, bensì comunale, della nuova struttura da costruire.

La sua frase avrebbe suscitato l’indignazione del consigliere Castagnino, interrotto nella sua dissertazione, e che probabilmente non era a conoscenza dell’avvenuta presentazione delle istanze di audizione inoltrate dal primo  cittadino palazzolese  e poi  disattese.

Dopo momenti concitati poi il sindaco di Palazzolo avrebbe abbandonato l’aula e oggi avrebbe porto anche un ramoscello di ulivo pacificatore al consigliere Castagnino, con il quale era sorto il contrasto, invitandolo a consumare un pasto insieme.

Sul caso è intervenuta anche la presidenza del Consiglio comunale di Siracusa, che ha voluto sottolineare la propria azione:“Con nota prot. 904 del 13 novembre, l’ufficio di Presidenza del Consiglio comunale aveva comunicato al sig. Sindaco del Comune di Palazzolo l’impossibilità di audizione di soggetti terzi, quindi anche Sua, nel corso della seduta del 14 novembre, trattandosi di seduta ordinaria e non di adunanza pubblica. La nota, come da galateo istituzionale, era stata preceduta anche da una interlocuzione telefonica tra le parti. Non si comprende quindi il motivo per cui si continuano ad alimentare polemiche, non solo di merito, ma anche formali, prive di fondamento alcuno”.

 

Mascia Quadarella

 

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4811 Articoli
Giornalista