Ultim'ora

Largo XXV Luglio, un defibrillatore in cerca d’autore…mancherebbe la delibera di accettazione del bene ricevuto

Siracusa – Un defibrillatore “in cerca d’autore”, quello donato dalla Consulta civica di Siracusa alla città, per reinstallarlo in Ortigia, dove era stato rubato l’analogo dispositivo medico offerto dal  Rotary l’anno precedente.

A più di un mese dalla consegna dello strumento salvavita al sindaco, Giancarlo Garozzo, immortalata in una fotografia,  pare che manchi materialmente “la firma” di presa in carico del bene mobile ricevuto, per inventariarlo e stabilirne il posizionamento.

In poche parole, non ci sarebbe una delibera di giunta che ufficializza la donazione ricevuta e precisa la destinazione dell’oggetto.

Il totem che, al Largo XXV Luglio, custodiva il dispositivo, infatti, ad oggi  rimane  ancora vuoto, pare a causa di  un odioso rimpallo di competenze da un ufficio all’altro.

Forse ai donatori non resterà altro da fare che prendere indietro il dono, con tanto impegno riacquistato, e offrirlo a chi ne saprà fare buon e soprattutto immediato uso, fuori dalle logiche burocratiche, alimentate da carenza di capacità di problem solving,  che allontanano  sempre di più la gente dalla politica, perché rendono  tutto difficile , anche contribuire con il proprio impegno ad una giusta causa: in questo caso la tutela della salute pubblica.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4876 Articoli
Giornalista