Ultim'ora

Magnete sul contatore dell’autolavaggio, arrestato imprenditore

Noto- Continuano i servizi di controllo  del territorio da parte dei carabinieri della Compagnia di Noto, atti a reprimere reati contro il patrimonio e a contrasto del traffico di sostanze stupefacenti.
Durante le attività dei militari dell’Arma  è stato arrestato, per furto aggravato di energia elettrica, un imprenditore pachinese di 37 anni, ,titolare di un autolavaggio, che avrebbe apposto sul contatore del proprio esercizio  un grosso magnete, al fine di alterare i consumi di energia elettrica.
Nel corso dei controlli sono state deferite anche 17 persone, responsabili a vario titolo di furto aggravato di energia elettrica, guida senza patente e porto di oggetti atti ad offendere. Inoltre, un pregiudicato locale, attualmente sottoposto agli arresti domiciliari, è stato deferito in stato di libertà per evasione, poiché trovato fuori dalla sua abitazione, senza la necessaria autorizzazione.
Un’altra persona è stata, invece, denunciata in quanto ha rifiutato di sottoporsi agli accertamenti dello stato di ebbrezza alcolica: immediato il ritiro della patente ed il sequestro dell’autovettura.
Nel corso del servizio sono state  controllate oltre 130 persone alla guida di circa 70 veicoli ed effettuate una ventina di perquisizioni personali e domiciliari.

Per  prevenire l’incidentalità stradale i militari dell’Arma hanno proceduto ad effettuare una serie di controlli per scongiurare la guida in stato di ebbrezza alcolica e garantire, come già detto, il rispetto delle norme del codice della strada più in generale. In questo specifico settore sono state elevate 8 contravvenzioni per il mancato uso delle cinture di sicurezza, ed il casco protettivo, assenza dei documenti di circolazione e di guida e mancata copertura assicurativa del veicolo.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4897 Articoli
Giornalista