Ultim'ora

Mobilità solidale, ad Avola acquistati da imprenditori e Comune mezzi per il trasporto di disabili e ammalati

Siracusa- E’ stata la compartecipazione tra imprenditori e Comune ad Avola a consentire l’acquisto di nuovi mezzi per il trasporto dei cittadini diversamente abili o degli ammalati di cancro. Un’iniziativa di solidarietà sociale salutata, questa mattina, con una grande festa di piazza, con tanto di palloncini svolazzanti in cielo, simbolo di allegria e libertà, quella che si vuole trasmettere a chi potrà usufruire di un servizio più efficiente, capace di far fronte alle esigenze di mobilità speciale.

Il sindaco della cittadina a sud di Siracusa, Luca Cannata, ha ringraziato, lasciando trapelare commozione e un sano orgoglio, gli sponsor che hanno aderito all’iniziativa. “ Siamo stati  il primo comune siciliano- ha affermato Cannata-ad aver dato vita a questo grande esempio di condivisione tra pubblico e privato, riuscendo ad acquistare due mezzi piuttosto che uno solo, come ci eravamo prefissati”.

Siamo una bella comunità: portiamo gli assistiti fino a Catania o a Messina e noi cerchiamo di essere un’amministrazione presente nell’ambito della disabilità. Ne sono dimostrazione tangibile questa iniziativa e l’abbattimento delle barriere architettoniche nell’ambito della manifestazione Equilibri – tutti siamo diversi”.

“Ringrazio tutti gli imprenditori che sono stati così sensibili – ha aggiunto anche Simona Caldararo, assessore ai Servizi Sociali -. Considerate che negli anni le richieste evase sono state circa 2 mila, che ci hanno permesso di portare i nostri concittadini nei centri di eccellenza per sottoporsi a trattamento ad esempio di radio terapia. Garantiamo la mobilità a chi è in difficoltà, sia dal punto di vista di mobilità sia economico. Sono onorata di far parte di questa amministrazione”.
Successivamente è intervenuto Francesco Stagliano, responsabile PMG, mobilità garantita. Stagliano si è dichiarato emozionato, visto che Avola è stato il primo comune siciliano cui ha fornito il proprio contributo. “Devo dire – ha affermato – che da Avola in poi hanno contribuito 82 comuni in Sicilia. Da quando il
sindaco Cannata ha avuto il coraggio di sposare questa iniziativa, gli altri Comuni si sono accodati”.
Ai generosi imprenditori locali, che hanno dato il loro significativo contributo alla causa, sono state consegnate delle targhe di partecipazione.Testimonial dell’evento è stata la campionessa di Karate Lorena Busà.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4717 Articoli
Giornalista