Ultim'ora

“5°Stagione”metamorfosi politica della Consulta civica

Siracusa – Trova casa in via Torino la Consulta civica di Siracusa, guidata da Damiano De Simone,  subendo  pure quella  metamorfosi politica, che in molti  in verità si attendevano da mesi . Il giovane siracusano, infatti, dopo aver tentato, per circa un biennio, la via della proposta “in borghese”, rimasta spesso inascoltata da chi deteneva potere esecutivo,  ha ora deciso di fare il grande passo, buttandosi nella mischia, tenendo a battezzo un movimento tutto suo, denominato “Quinta Stagione”. Un nome che vorrebbe essere garanzia, secondo De Simone, di un  risveglio dirigenziale, che prenda le mosse proprio dal capoluogo aretuseo. Una città dalla geografia politica poco definita, Siracusa,  in cui l’azione amministrativa  è stata inghiottita dalle sabbie mobili degli scandali giudiziari, che hanno coinvolto diversi amministratori locali e dove un giovane pieno di speranza come lui avrà vita difficile, se non cederà al richiamo dei partiti “ricchi” di residuo consenso elettorale “vecchio stampo”. De Simone presenterà probabilmente diverse liste alle prossime amministrative, puntando su risorse giovani e incontaminate della società civile, ma dovrà avere la forza di non piegarsi ai giochi di potere,  per fare la differenza che tanto decanta dalla sua bacheca facebook. Diventando segretario politico, intanto, il prossimo passo che De Simone  dovrà compiere sarà quello di cedere il timore dell’organizzazione civica a  qualche suo fedelissimo, e continuare l’avventura, coltivando la campagna elettorale del simbolo che ha di recente battezzato.

Mascia Quadarella

raccolta firme in strsa

IDENTITÀ POLITICA

“La posizione ideologica e ideale in cui il movimento si colloca- ha premesso De Simone-  è quella di centro. Un’identificazione naturale per i valori di mediazione, di dialogo,  che vuole portare avanti.   Il mandato politico per il nostro movimento equivale alla presa in carico della cittadinanza, di tutti i suoi problemi e delle esigenze collettive, partendo dalla garanzia dei bisogni e diritti primari, dalla salute alla sicurezza, dal diritto allo studio al lavoro”. 

 

 

INTENTI GENERALI

Il movimento punterà per il raggiungimento delle sue finalità su una nuova filosofia politica, che fa leva sul concetto di risorsa umana e intende applicare i modelli di produttività aziendale agli enti pubblici, che non devono drenare risorse dal cittadino sottoforma di tasse, bensì generare ricchezza offrendo ai singoli l’opportunità di investire le proprie competenze, riversando poi gli utili in progetti di utilità collettiva.

“Al cittadino va tutelata la vita – ha continuato il leader di Quinta Stagione – valorizzato il talento e sviluppata la propria crescita, perché ritenuto elemento costituente di una società, a cui va garantito un reddito personale perché possa liberarsi dallo stato di precaria sopravvivenza, e godere di opportunità sulle quali progettare la propria vita. La Città è espressione collettiva di tante singolarità che aggregate in comunità definiscono la qualità sociale. “I cittadini non sono oggetti da spremere fino all’ultimo centesimo, non vanno usati per tornaconti elettorali. I cittadini sono risorse inestimabili da valorizzare su cui puntare ed  investire a cui vanno garantiti redditi e benessere! Il futuro parte da qui! Il futuro è Quinta Stagione!”

Altro punto è lo sviluppo dell’autonomia finanziaria dell’ente locale il cui bilancio, ormai asciutto di fondi ed orfano di trasferimenti erariali,  non riesce a soddisfare le esigenze comuni.  Ai Comuni, quindi, relegheremo il compito di riorganizzare la produttività territoriale con progetti imprenditoriali pensati nella forma compartecipata pubblico/privato, attraverso cui rilanciare le risorse culturali e naturali presenti e potenzialmente producibili del nostro territorio. Un compito che vale da un lato la nascita di innumerevoli posti di lavoro favorevoli alla crescita del reddito pro-capite dei cittadini, e dall’altro lo sviluppo economico pubblico fondamentale a rendere finanziariamente autonoma la nostra Città.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4714 Articoli
Giornalista