Ultim'ora

No del Consiglio comunale alla legalizzazione droghe leggere

Siracusa –  Tirano un respiro di sollievo i consiglieri comunali Salvo Sorbello e Cetty Vinci, tra gli oppositori principali della  richiesta di alcuni consiglieri di Sinistra di dare sostegno in aula, approvando un tematico ordine del giorno, alla legalizzazione delle droghe leggere. La proposta, infatti, è stata rigettata per un soffio. “Spinello, cannabis e affini- commentano in un comunicato congiunto di due consiglieri- non sono sostanze innocue  e non si può certo legalizzarne la vendita con l’obiettivo di “ridurre il danno” che provocano. “Noi – continuano- siamo convinti che l’obiettivo da raggiungere sia la libertà dalla droga, lottando contro i mercanti che provocano schiavitù e morte. Le “droghe leggere” non sono innocue ma causano evidenti danni al cervello e riescono a sedurre e a incatenare alla dipendenza.L’obiettivo da perseguire, a nostro avviso, non è legalizzare le droghe ma “liberare” chi vi è incappato e rischia di finire in una spirale molto pericolosa”.

I due consiglieri, tuttavia, non mancano di criticare l’inserimento e la conseguente discussione dell’argomento in aula, poiché in città ci sarebbero altre priorità da affrontare e dare il via libera alle droghe sarebbe stato come lanciare un messaggio negativo ai giovani. “Siracusa- concludono- dovrebbe essere ancora una città per l’uomo, dove la vita di ognuno s’intreccia a quella degli altri, in un legame solidale che porta a considerare la salute dell’altra persona importante per tutta la comunità, per cui nessuno deve essere “favorito”, anche solo dall’indifferenza, per rovinarsela”.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4859 Articoli
Giornalista