Ultim'ora

Nuova Siracusa chiede la rimozione della baracca di Santa Panagia

Siracusa- Dopo mesi e mesi di battaglie, a suon di istanze e denunce pubbliche, il gruppo cittadino di Nuova Siracusa era riuscito a ottenere la rimozione della tettoia in amianto di una baracca in disuso all’incrocio tra Santa Panagia e il viale Tica. Eliminato il pericolo sanitario “impellente”, come disposto dall’Asp, però, lo scheletro in legno della struttura precaria, tra l’altro probabilmente contaminata, è rimasto lì, traballante pronto a crollare e ad accogliere, come ricettacolo, topi e insetti, creando un ulteriore problema igienico, e costituendo una minaccia per i passanti, che potrebbero ritrovarsi con una trave addosso, abbattuta dal vento.

 

Dopo aver intimato l’abbattimento del resto della baracca, purtroppo, ad oggi la capanna non è stata rimossa. Il gruppo di cittadini, coordinati dall’avvocato Pierluigi Chimirri, dunque tornerà a farsi sentire, con un sit-in di protesta fissato sul posto  per sabato 20 ottobre alle 11.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4880 Articoli
Giornalista