Porto di Augusta al centro delle Zes, Scerra e Di Pietro lo chiedono a Turano

Ieri il deputato e la sindaca pentastellati hanno partecipato al confronto a Palermo sulle Aree economiche speciali, rivendicando l'ampiamento delle stesse nel territorio provinciale di Siracusa

Augusta- “Sempre in prima linea per il nostro territorio. Ieri mi sono recato a Palermo insieme con il sindaco di Augusta, Cettina Di Pietro, per presenziare alla Presentazione dello schema di piano strategico ed alla delimitazione delle aree che faranno parte della Zes della Sicilia Orientale. Io e Cettina di Pietro abbiamo espresso chiaramente le nostre perplessità sul piano presentato relativamente alla provincia di Siracusa.”

Così Filippo Scerra, deputato nazionale del Movimento 5 Stelle.
“All’assessore – spiega il deputato nazionale – abbiamo fatto presente come la normativa nazionale non lasci dubbio sul fatto che le basi della Zes debbano essere i porti Core della rete Ten-t, e che attorno ad essi debba svilupparsi l’area da individuare. Purtroppo, la proposta della cabina di regia rendeva marginale il Porto di Augusta, porto Core, l’aria che insiste su di esso, e accoglieva solo parzialmente le proposte dei Comuni siracusani. Non riteniamo giusto che la provincia aretusea possa essere penalizzata, per questo abbiamo chiesto a gran voce che l’assessore Turano accogliesse tutte le nostre osservazioni nel presentare un piano che ovviamente mi riserverò di valutare nella sua pienezza una volta rimodulato.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

CircaMascia Quadarella

Giornalista Contatta:Website | Facebook | Altri articoli

X