Ultim'ora

Pozzanghere in classe, piove dentro le scuole

Siracusa – Basta un temporale a generare ansia in molti genitori di figli in età scolare, specie se frequentano uno degli istituti comprensivi siracusani dove la sicurezza non è di casa, o sarebbe il caso di  dire d’aula. In alcune scuole del capoluogo, infatti,questa mattina, in seguito al temporale che si abbattuto sul territorio provinciale,  gli studenti hanno trovato sul pavimento delle loro classi  diverse pozzanghere d’acqua piovana, formatesi per le infiltrazioni  dai finestroni, che  non si possono definire a prova d’intemperie. E’ toccato ai bidelli tentare di rimuovere le situazioni di pericolosità ove possibile, con stracci e secchi e ai professori fare migrare i propri alunni  in classi meno esposte o nei lati distanti  dai finestroni, all’asciutto. E la manutenzione? Almeno quella atta a garantire le condizioni minime di sicurezza, perché ancora in questo scorcio d’inverno non è stata fatta? Si attende che una vetrata si frantumi sulla testa di un alunno, per procedere al controllo delle finestre? E la verifica di solai e tetti,  visti gli  aloni di umidità che  fanno capolino dalle pareti, scrostando l’intonaco e evidenziando la loro fatiscenza? Sarebbe il caso di eseguire ispezioni a tappeto e approfondite per prevenire tragedie annunciate. I genitori chiedono che vengano ripristinate le condizioni di sicurezza negli ambienti scolastici, quelle minime garanzie che oggi sembrano proprio mancare.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4859 Articoli
Giornalista