Ultim'ora

“Ridateci dignità”, l’appello dei dipendenti del Libero Consorzio aretuseo

Siracusa- “Ridateci dignità”, è questa la richiesta, che campeggia in rosso sugli striscioni bianchi affissi all’ingresso dell’ente di via Roma,  rivolta a Stato e Regione dai lavoratori del Libero consorzio comunale di Siracusa, da tre giorni in assemblea permanente nei locali di Ortigia, per rivendicare il diritto a retribuzioni puntuali e certe, ma anche rassicurazioni sul futuro dei loro posti di lavoro e dei servizi erogati dai diversi uffici dell’ex Provincia regionale di Siracusa, ormai in balia di una terribile crisi finanziaria che si trascina da qualche anno.

A dare manforte ai dipendenti del Libero Consorzio anche i lavoratori della partecipata “Siracusa Risorse”, in balia degli stessi problemi economici dei colleghi, stabilizzati dall’Ente,  ma con qualche interrogativo in più sui loro contratti.

“Siamo riusciti ad ottenere un incontro col Vicario del Prefetto, il Dott. Filippo Romano, che si conferma persona preparata e disponibile, il quale si è fatto carico di comprendere il motivo della mancata richiesta di erogazione dei dodicesimi da parte del Commissario Floreno.” Questa la dichiarazione dei tre segretari del Terziario Filcams Cgil (Alessandro Vasquez), Fisascat Cisl (Teresa Pintacorona) e UILTUCS (Anna Floridia) che aggiungono :“Parteciperemo al sit-in indetto dai lavoratori delle Ex province e dalle Conederazioni per la giornata di giorno 8 a Palermo e chiederemo di prendere parte alla delegazione che incontrerà l’assessore Armao.”

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4859 Articoli
Giornalista