Ultim'ora

Rifiuti zero: siracusani sensibili alle tematiche ambientali

Siracusa – I temi ambientali a Siracusa sono molto più sentiti di recente dalla popolazione, stanca di un ambiente circostante contaminato  e poco salubre e accogliente. Infatti, ieri, la tavola rotonda organizzata sul tema “Discariche o riciclo: quale futuro per il nostro territorio”, svolta a Palazzo Vermexio, ha catturato l’attenzione e la presenza di diversi cittadini.
Promotrice dell’incontro di approfondimento, come di molti altri sull’argomento, è stata l’Associazione Rifiuti Zero, presieduta da Salvo La Delfa.  Il docente siracusano, che da anni si batte per l’utilizzo virtuoso dei rifiuti, dando prove concrete dei vantaggi del riciclo, a partire da alcune pratiche domestiche atte ad alleggerire il “carico” anti.ecologico, si è detto entusiasta della partecipazione di massa al dibattito, che denota una sensibilità collettiva come punto di partenza di politiche ambientali attive.
Salvo Cocina, direttore dell’Ufficio Speciale della Differenziata della  Regione Sicilia, ha illustrato gli ultimi  i dati raccolti da suo Ufficio, aggiornati fino a dicembre 2016, dai quali è possibile evidenziare un trend positivo della percentuale della raccolta differenziata  nella Regione anche se la provincia di Siracusa rimane ancora  ferma al 5%.  Il dirigente siciliano ha , poi, spronato i sindaci e gli amministratori locali a  fare di più, confermando la disponibilità del suo Ufficio a seguire i comuni in questo percorso.
Michelangelo Giansiracusa, presidente della Società per la Regolamentazione dei Rifiuti (SRR) della provincia di Siracusa e Nicola Russo, commissario straordinario della SRR  – Siracusa, hanno comunicato l’inizio della stesura del piano d’ambito con la nomina di alcuni consulenti interni all’amministrazione regionale che, a titolo gratuito, dovranno occuparsi della redazione del piano.
Saverio Bosco, sindaco di Lentini, Pierpaolo Coppa, assessore all’ambiente del Comune di Siracusa e Danilo Pulvirenti, assessore all’ambiente del Comune di Augusta hanno raccontato il percorso che i comuni che loro rappresentano stanno compiendo per normalizzare la gestione dei rifiuti  e per raggiungere gli obiettivi posti dalla normativa.
In particolare Saverio Bosco ha raccontato la vicenda della discarica di Armicci, Pierpaolo Coppa ha fatto il punto sugli ultimi sviluppi per la contrattualizzazione del nuovo gestore, confermando che qualunque sia l’esito della riunione dei giudici del TAR del 09 febbraio, non ci sarà nessuna proroga di servizio a partire dal 01 marzo. Danilo Pulvirenti, invece, ha messo in evidenza la paradossale situazione che vede un’impianto di compostaggio pronto a partire ma che rimane fermo per motivi burocratici.
Fabio Morreale, presidente di Natura Sicula, ha esortato gli amministratori presenti a fare di più e subito mentre Paolo Tuttoilmondo, direttivo regionale Legambiente, ha affermato che la situazione critica in cui versa la provincia di Siracusa giova  soprattutto ai gestori delle discariche e degli impianti.
Interessanti gli interventi di Lara Grana, Annalisa Carnemolla ed Andrea Bartoli su temi riguardanti la Strategia Rifiuti Zero.
Sono stati diversi gli interventi da parte del pubblico, alcuni dei quali hanno richiesto di approfondire ancora di più la questione dell’ampliamento della discarica Cisma e la questione del polverino proveniente dall’ILVA di Taranto.
Presenti Christian La Bella, Cesare Quercioli e Massimo Puccia, rappresentanti di società di gestione rifiuti, i deputati Stefano Zito e Sofia Amoddio, l’assessore Giovanni Sallicano, Santino Armaro e Carmen Castelluccio del Consiglio comunale di Siracusa.
(Foto di Michele Pantano)
Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4875 Articoli
Giornalista