Ultim'ora

Sanificati i filtri delle piscine della Cittadella, interdette alla fruizione dopo i controlli di Asp e Carabinieri

Siracusa- Per consentire alla società che gestisce le piscine comunali della Cittadella di provvedere alle necessarie azioni di sanificazione, dopo che dai controlli eseguiti da Asp e Carabinieri, alcuni valori sono risultati non conformi ai parametri di riferimento, gli impianti sono stati inibiti alla fruizione, con un’ordinanza del dirigente comunale di settore.  Stando alla società e al vicesindaco Francesco Italia, già sarebbero state eseguite tutte le azioni per rendere sicure sotto il profilo igienico- sanitario le vasche, che potrebbero essere riutilizzate a breve, una volta ottenuto l’esito delle contro analisi richieste dallo stesso gestore.

L’esito dei controlli di Carabinieri e Asp

A seguito di diversi accertamenti effettuati dai Carabinieri della Stazione di Siracusa Principale, congiuntamente al personale del Servizio Igiene Ambienti di Vita (S.I.A.V.) dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa, il competente ufficio comunale ha emesso un’ordinanza d’inibizione dell’utilizzo delle vasche della piscina comunale, operante all’interno del complesso sportivo denominato “Cittadella dello Sport – Concetto Lo Bello”. Il provvedimento è scaturito a seguito di ripetuti sopralluoghi ed analisi microbiologiche e chimico fisiche dell’acqua delle vasche adibite al nuoto che hanno evidenziato valori di microrganismi e batteri oltre i limiti previsti dalla legge. I controlli sulla salubrità degli impianti sportivi aretusei da parte dei Carabinieri di Siracusa continueranno anche nei prossimi giorni.

Le rassicurazioni del gestore degli impianti 

“In riferimento alle notizie diffuse e pubblicate, riguardo ai controlli effettuati nelle piscine della Cittadella dello Sport, la gestione precisa di avere, nell’immediatezza dei controlli, provveduto alla sanificazione dei filtri e aver affidato ad un laboratorio specializzato i prelievi per le controanalisi.  Risultati che verranno immediatamente comunicati al Comune e agli altri enti competenti”.

 

La dichiarazione di Italia 

“Ringraziamo i Carabinieri e l’ASP di Siracusa che, nel proprio ruolo di monitoraggio e controllo, si confermano ancora una volta costante ed efficace strumento di garanzia a presidio del nostro territorio. Nel caso evidenziato, in seguito ai risultati delle analisi e alla conseguente ordinanza di inibizione degli impianti emessa dal nostro dirigente comunale, la società che gestisce la Cittadella ha immediatamente avviato e già completato azioni specifiche di sanificazione ed opere di bonifica degli impianti in questione”.
“Per tale ragione- conclude Itala- ritengo che, verosimilmente, le vasche potranno tornare fruibili in tempi brevi”.

 

La critica di Progetto Siracusa

“La chiusura delle vasche della Cittadella dello Sport arriva come un fulmine a ciel sereno. Prendiamo atto che il concessionario si è immediatamente impegnato per la riapertura ma preferiremmo che tali episodi non si verificassero. Lanciamo, dunque, un accorato appello, come Progetto Siracusa, all’assessore allo Sport affinché vigili sulla corretta esecuzione degli obblighi delle società che hanno in concessione tutti gli impianti sportivi”.

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4722 Articoli
Giornalista