Ultim'ora

Sarà inaugurata la biblioteca provinciale “Elio Vittorini” al Palazzo di Governo, martedì prossimo alle 17.00

Siracusa- Un’oasi di cultura,  un’isola in cui immergersi nella lettura, perdendo il senso del tempo, valorizzando la figura di uno dei più importanti autori della letteratura italiana, a cui Siracusa diede i natali nel 1908,  ma trascurato dai suoi concittadini. Nacque così nel 2011, dopo un pressing virtuoso del compianto giornalista Dino Cartia,  la biblioteca provinciale intitolata a Elio Vittorini, a cui si darà maggiore dignità e valorizzazione logistica  con il trasferimento nei  locali del Palazzo di Governo di via Roma, dove martedì verrà inaugurata in questa sua nuova destinazione.

L’evento sarà occasione per ricordare il grande scrittore siciliano neorealista, il cui percorso umano e letterario sarà affrontato negli interventi del professore Enzo Papa, dei docenti dell’Accademia d’Arte del Dramma Antico Giulia Valentini e Attilio Ierna e dal cantautore Fabio Abate.

All’interno della biblioteca è stato allestito anche lo studio- museo  della famiglia Vittorini, contenente il quadro “Le donne di Algeri” di Renato Guttuso, cinque opere dello scultore Pasquale Sgandurra, (fratello della mamma di Elio Vittorini), una raccolta di circa 150 dischi in vinile di musica classica, circa 3500 testi (alcuni dei quali risalgono al 1800) e 2600 fascicoli di riviste (di arte, letteratura, storia, filosofia e archeologia (risalenti al 1930), raggruppate in circa 80 testate.
Il patrimonio bibliotecario è formato da circa 13 mila volumi, 6mila fascicoli di riviste, centinaia di dischi in vinile, cd video, cd musicali e videocassette VHS per un totale di circa 20 mila  documenti di vario genere.
Attualmente all’interno dello “Studio Museo Vittorini” è stata allestita un’esposizione di cartoline inedite della famiglia Vittorini.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4875 Articoli
Giornalista