Ultim'ora

Scuola Archia, rinviata a domani, nella sede di via Asbesta, la discussione avviata oggi

Siracusa – La risoluzione del “caso Archia” richiede tempi di trattazione più lunghi. Infatti, per giungere ad una soluzione, definitiva ed ottimale, non è bastata la riunione di questa mattina, indetta dalla seconda commissione consiliare di Palazzo Vermexio, assieme all’assessore alle Politiche scolastiche, Roberta Boscarino e alla dirigente della scuola siracusana “costretta” ai doppi turni per esubero degli iscritti. L’appuntamento è stato rinviato  a domani, alle 11.30, nel plesso di via Asbesta, dove saranno presenti oltre ai rappresentanti istituzionali anche i genitori, che assieme ai loro figli stanno pagando lo scotto più caro del “disservizio”. Presente all’incontro anche un tecnico comunale del settore Edilizia scolastica, che esprimerà il proprio parere all’occorrenza.

La seduta di stamane, tenuta nella sala consiliare e alla quale ha partecipato anche la dirigente del settore Politiche scolastiche, Loredana Caligiore, è servita alla commissione a conoscere dai diretti interessati la situazione attuale, oltre allo stato dei rapporti tra il Comune e la scuola, e a valutare alcune ipotesi di lavoro la cui fattibilità deve essere adesso verificata.

    “Siamo impegnati – ha detto il vice presidente Giuseppe Rabbito, che ha condotto l’incontro – a eliminare i doppi turni che mettono in difficoltà l’organizzazione delle vita familiare, il percorso scolastico degli alunni e la possibilità di qualche bambino a sottoporsi a delle terapie. Confidiamo nella buona volontà di tutti a venirsi incontro per uscire da questa situazione”.

Presenti alla seduta anche Alfredo Boscarino, Gaetano Bottaro, Cosimo Burti, Chiara Catera, Elio Di Lorenzo, Simona Princiotta e Salvo Sorbello. Hanno partecipato, pur non essendo componenti, Giuseppe Impallomeni, Gianluca Romeo e Cetty Vinci.

 

La riflessione del consigliere Sorbello

“Ci chiediamo – scrive alla fine della riunione Sorbello- come si possa da un lato propagandare il progetto Piedibus per far andare gli alunni a scuola a piedi e dall’altro proporre che centinaia di bambini si spostino, come pacchi postali, dalla Pizzuta ad Ortigia o a Grottasanta, come è stato prospettato stamattina?

Purtroppo questo è anche il risultato dei tanti cambi di assessori in una rubrica, come quella scolastica, che impone seria programmazione. Ed invece stamattina è addirittura emerso come il Comune non abbia fornito alcuna risposta alle tante sollecitazioni scritte provenienti dalla Scuola, come hanno evidenziato la dirigente e la presidente del Consiglio di istituto.

Serve invece una vera alleanza scuola-famiglia, oggi più che mai in una città come la nostra dove l’amministrazione è certamente carente. Abbiamo quindi condiviso la proposta di tenere una nuova seduta della commissione domani, proprio nei locali dell’Archia, per offrire sul posto risposte concrete e immediate, che l’Amministrazione potrà poi attuare”.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4897 Articoli
Giornalista