Ultim'ora

Urban center, convegno contro gli stereotipi di genere, con la Boldrini

Siracusa- “I principessi e le cavaliere – liberi oltre il ruolo” è questo il titolo del convegno che si svolgerà domani, sabato 23 marzo, alle ore 17 all’Urban Center di via Nino Bixio, 1 A in quel di Siracusa.

L’evento che vedrà tra gli ospiti  Laura Boldrini, ex presidente della Camera dei deputati, è organizzato da Arcigay Siracusa e dal Comune di Siracusa con il patrocinio dell’Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana e la collaborazione delle associazioni R.E.A. (Rete Empowerment Attiva) e Giosef (Giovani Senza Frontiere).

<Un titolo volutamente forte quello scelto per il convegno – dice il presidente di Arcigay Siracusa, Armando Caravini – per parlare dei ruoli di genere all’interno di un contesto politico e sociale delicato, che sta vivendo l’Italia, caratterizzato da un governo “oscurantista” per quanto concerne i diritti civili sia per quanto riguarda le politiche LGBT sia per quanto concerne i ruoli di genere come quello legato alla figura della donna>.

<Quando si parla di un momento politico sociale oscurantista lo si fa – dice Caravini – in quanto qualcuno sostiene ancora che l’omosessualità sia una forma di satanismo o peggio ancora che la figura della donna deve restare relegata al ruolo di madre che deve rimanere in casa a svolgere solamente le faccende domestiche e badare ai figli>.

<E’ importante uscire da questo “limbo” – dice il presidente Caravini – che ci riporta quasi al Medioevo parlandone e relazionandosi sulle delicate tematiche visto e considerato che questi pensieri retrogradi, molto spesso, vengono espressi da esponenti politici>.

<Siracusa con “I principessi e le cavaliere – liberi oltre al ruolo” – dice Armando Caravini – tramite questo convegno sarà protagonista, per un giorno, e portavoce di diritti civili e umani ospitando un grande personaggio politiche come Laura Boldrini che da sempre è vicina sia alle tematiche LGBT sia alla parità dei sessi ed allo sdoganamento di qualsiasi tipologia di discriminazione sociale, un argomento che toccheremo anche insieme a Paolo Patanè, direttore del coordinamento dei Comuni UNESCO in Sicilia>.

<Un titolo, quello del convegno, che gioca volutamente con la storpiatura sessista della lingua italiana – dice la dottoressa Maria Vittoria Zaccagnini – in quanto per una presunta cacofonia non si vuole accettare il femminile di vari ruoli e delle professioni ed è per questo che abbiamo voluto invertire il processo per far comprendere come un ruolo di genere, anche se grammaticalmente sbagliato, crea una forte idiosincrasia>.

<Il convegno – dice la dottoressa Zaccagnini – vuole lavorare su tutto ciò che rappresenta uno stereotipo di genere con un’impronta collettiva e nazionale grazie alla presenza degli ospiti scelti volutamente per riunire sia le realtà legate al territorio e non, tramite un ventaglio di esperienze che ognuno di noi metterà a disposizione dei presenti durante l’evento>.

Saranno tanti gli interventi  previsti all’incontro come saranno tante le delicate tematiche che saranno esaminate. Si parlerà, grazie a Giovanni Cafeo, deputato regionale, dell’approvazione lo scorso novembre, da parte della Giunta regionale Siciliana, del Reddito di Libertà. Una manovra importante per tutte quelle donne vittime di violenza fisica o psicologica alla quale la Regione, in presenza di determinate caratteristiche reddituali, garantisce la partecipazione ad un percorso finalizzato al raggiungimento dell’indipendenza economica personale nonché di eventuali figli minori a carico”.
Ad aprire i “lavori” domani sarà il sindaco di Siracusa Francesco Itali,  insieme a Giovanni Cafeo ed al presidente di Arcigay Siracusa Armando Caravini.  A seguire, nell’evento moderato dalla giornalista e vice segretaria Assostampa Siracusa Alessia Zeferino si susseguiranno gli interventi del vice presidente di Arcigay Siracusa Simone Maiorca, della presidente REA Maria Vittoria Zaccagnini e della presidente Giosef Giulia Giambusso.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4915 Articoli
Giornalista