Ultim'ora

VIDEO Sortino avviata la conta dei danni, il sindaco invoca lo stato di calamità naturale

Sortino- Danni da maltempo, il Comune di Sortino invoca lo stato di tato di calamità a Sortino. Nell’area montana la Protezione civile è stata impegnata da stanotte, poiché le ma le strade provinciali non hanno retto alle forti piogge. La conta dei danni è cominciata subito e il sindaco Vincenzo Parlato ha già avviato l’iter per la richiesta dello stato di calamità naturale.

L’asfalto si è letteralmente sbriciolato sulla strada di contrada Manzo, dove insistono aziende, abitazioni e il canile municipale. In contrada Panzotta la strada è irraggiungibile con l’intero manto stradale divelto dalla pioggia. Frane sulla Strada per Pantalica con un masso che ostruisce la strada. Il ponte sul fiume Anapo è intransitabile per gli argini che non hanno tenuto ma il ponte ha comunque retto dopo i recenti lavori di pulizia. In numerose strade poderali hanno ceduto i muretti di contenimento e residenti e titolari di attività non riescono a rientrare nelle proprietà.

L’acqua ha invaso anche il centro abitato di Sortino ma a parte i disagi non sono stati riscontrati danni particolari. “Ringrazio la Protezione Civile di Sortino che ha lavorato incessantemente – le parole del primo cittadino – i vigili urbani, tutta la Giunta e l’ing. Grimaldi del Libero consorzio che si è attivato per liberare già da domani la strada di Pantalica dai massi che hanno invaso la carreggiata. Solo nelle ultime ore il peggio sembra essere passato”.

I video girati dagli uomini della Protezione civile e dai soccorritori

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4634 Articoli
Giornalista