Ultim'ora

Gdf fa emergere 23 lavoratori in nero, impiegati da 2 società di costruzioni avolesi

Avola- Emersi 23  lavoratori del comparto edile impiegati “in nero,  a conclusione di  un’attenta attività d’indagine della Guardia di Finanza di Siracusa che,  da febbraio a questa prima metà di agosto, ha monitorato due società di costruzioni avolesi, intestate ad una coppia di coniugi, operanti nella zona sud della provincia aretusea.

Le ditte coinvolte attualmente hanno cantieri aperti nei comuni di Avola, Noto e Pachino.

L’osservazione è stata eseguita dalle fiamme gialle della Tenenza di Noto.

Dall’analisi delle documentazioni acquisite e dai sopralluoghi effettuati  è stato accertato che i 23 dipendenti erano stati impiegati per ben 2783 giornate lavorative privi di qualsiasi copertura contrattuale, in totale violazione della normativa vigente, in applicazione della quale sono state elevate sanzioni per un totale di 60 mila euro.

L’azione della Guardia di Finanza – scrivono dal Comando provinciale di Siracusa-  tesa a contrastare il  lavoro nero e irregolare è svolta nella consapevolezza degli effetti distorsivi che il fenomeno crea, ostacolando la normale concorrenza fra imprese e danneggiando i lavoratori e si fonda su un metodo operativo trasversale volto a colpire tutte le manifestazioni di illegalità connesse, quali l’evasione contributiva e le frodi in danno del sistema previdenziale”.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4826 Articoli
Giornalista