Ultim'ora

“Fuori- la vita oltre il carcere” il progetto della coop “L’Arcolaio”

Canicattini Bagni- Sarà presentato in videoconferenza, in diretta Zoom e Facebook, lunedì prossimo 7 dicembre, alle ore 16.00, il progetto “FUORI – La vita oltre il carcere” della cooperativa “L’Arcolaio”.

Gli obiettivi del progetto

Il lavoro quale seconda opportunità di vita dentro e FUORI il carcere. Favorire il reinserimento sociale del detenuto attraverso il lavoro e l’acquisizione di una specializzazione, tenendo conto dei bisogni individuali e del suo sistema di relazioni e familiare, e nel contempo contribuire a strutturare un modello di welfare comunitario capace di garantire quei servizi, attualmente assenti o poco diffusi in Sicilia, necessari all’abbattimento di tutte le barriere che si presentano di fronte al detenuto che desidera reintegrarsi nella società.

Questo l’obiettivo primario del progetto, sostenuto dalla FONDAZIONE CON IL SUD e avviato, insieme ad altri partner, dalla cooperativa sociale L’ARCOLAIO, che da anni opera all’interno della Casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa per il recupero e l’inserimento lavorativo dei detenuti.

Il progetto, della durata di 24 mesi, prevede, oltre al rafforzamento dell’esperienza della coop “L’Arcolaio” all’interno del Casa circondariale di Siracusa con l’inserimento, nella filiera lavorativa del biscottificio, attiva ormai da anni, di un nuovo impianto di pelatura della mandorla, che garantirà nuova occupazione, anche la formazione di 12 detenuti per l’acquisizione della qualifica di “Addetto panificatore pasticciere”.

Tre di questi, infatti, verranno inseriti nell’attività produttiva del biscottificio, mentre per gli altri nove, con i requisiti della semi libertà, è previsto un percorso di inserimento lavorativo nel laboratorio esterno de L’Arcolaio a Canicattini Bagni e, attraverso appositi tirocini, all’interno di pasticcerie del territorio.

I partner del progetto

  •  La Casa Circondariale di Siracusa;
  • l’Ufficio Locale di Esecuzione Penale Esterna;
  • la Cooperativa sociale Passwork di Canicattini Bagni per la formazione ed i tirocini;
  • il Gal Val d’Anapo – Agenzia di Sviluppo degli Iblei di Canicattini Bagni, a cui fanno capo 8 Comuni (Buccheri, Buscemi, Canicattini Bagni, Cassaro, Ferla, Palazzolo Acreide, Solarino, Sortino) per l’animazione territoriale e il coinvolgimento delle comunità;
  • il Consorzio Siciliano “Legallinefelici” di Camporotondo Etneo (CT)  per la commercializzazione;
  • la Fondazione di Comunità Val di Noto, per il monitoraggio e la valutazione.

La presentazione

All’incontro, assieme ai responsabili e ai partner del progetto parteciperanno anche l’Assessore alla Politiche di Inclusione del Comune di Siracusa, Rita Gentile, e il Garante dei diritti delle persone private della libertà, Giovanni Villari.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4803 Articoli
Giornalista