Ultim'ora

Edili Cgil, Carnevale: “Guerra ai furbetti del cantierino. Chi tocca i soldi degli operai deve pagare”

Siracusa- Si è riunito oggi il direttivo provinciale della Fillea Cgil di Siracusa, conclusosi con l’approvazione del  bilancio preventivo 2020 e con la consegna, ai componenti, di un panettone che contribuisce alla battaglia dell’AIL di Siracusa ( Associazione Italiana contro le Leucemie) e del suo Presidente, Tordonato.

“Abbiamo voluto continuare nel segno della solidarietà e del sostegno all’AIL che, da oltre 50 anni, combatte per sostenere i malati e finanziare la ricerca. Un piccolo contributo, il nostro, per una grande battaglia, la loro” – dichiara Salvo Carnevale, segretario generale provinciale della sigla sindacale degli edili aderenti alla Cgil”.

            “Ma è la nostra indole quella di trovare terreno di condivisione ideale e solidale con i battaglieri, proprio perchè lo siamo pure noi. Ed il 2020 sarà l’anno della battaglia delle battaglie. Sarà guerra senza quartiere ai furbetti del cantierino. Ancora più di prima”- prosegue Carnevale.

            “Il 30% (almeno)- continua il sindacalista- di evasione totale nel settore delle costruzioni significa che adesso, mentre stiamo dichiarando tutto questo, nella provincia di Siracusa un cantiere su 3 presenta gravi o gravissime irregolarità”.

            “E allora, visto che i Comuni non sono in grado da soli – annuncia- saremo noi a fare segnalazioni a tappeto e senza precedenti. Siamo pronti a un lavoro straordinario che siamo certi alzerà il livello di tensione, ma migliorerà ancor di più i miracoli che stiamo facendo per ridare dignità agli operai del settore più massacrato dalla crisi”.

            “E lo stiamo facendo, e lo faremo, con ancora più vigore nonostante la quasi totale insensibilità al tema. Stiamo chiedendo di toccare i soldini delle imprese con esplicite richieste di sospensione o revoca delle concessione edilizia, in presenza di lavoro nero o sottopagato nei cantieri.  Questa nostra battaglia- afferma ancora Carnevale- può portare conseguenze alla nostra incolumità. In quel momento, se dovesse accadere una cosa del genere, rispediremo al mittente i falsi attestati di solidarietà di circostanza. Vogliamo condivisione e sostegno adesso su temi che toccano da vicino la questione della sicurezza e quindi gli infortuni sul lavoro ( che sono in aumento); la questione igienica e la questione contrattuale. Tre problematiche che danno il senso di quale sia l’attacco alla dignità degli operai edili. Chi tocca i soldi degli operai edili deve pagare”!

             “Nel 2020 – conclude- ci sarà bisogno anche di rifare il punto sulle incompiute di questa provincia che abbiamo mostrato, in anteprima, con  il tour dell’orrore del 15 novembre  e sarà il momento di rispondere all’ennesimo rinvio sulla ragusana. Tutti sono certi che il 19 dicembre sarà una data storica. Si riunirà infatti il CIPE per discutere delle soluzioni per far partire un cantiere decisivo per le sorti del settore. Noi siamo certi, invece, di aggiungere nuovi capolavori dell’incompiutezza alla nostra estesa collezione degli orrori e dei titoli roboanti ma privi di fatti.”

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4584 Articoli
Giornalista