Ultim'ora

Coronavirus, tamponi rapidi studenti Einaudi, 1 positivo su 1519 test eseguiti

 Siracusa- Sono stati 1519 i tamponi rapidi eseguiti dal personale sanitario del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Siracusa nell’area ex ONP di contrada Pizzuta agli studenti, familiari, personale docente e non docente dell’Istituto L. Einaudi nell’ambito della campagna attiva della Regione Siciliana sulla popolazione scolastica promossa dall’Assessorato regionale della Salute d’intesa con Anci Sicilia.  

Dei tamponi eseguiti soltanto 1 è risultato positivo e si è proceduto come da protocollo alla esecuzione immediata del tampone molecolare.

L’iniziativa è promossa dalla Regione attraverso l’Asp e si avvale della collaborazione del Comune, che partecipa con il suo sistema di protezione civile. Presenti sul posto il sindaco, Francesco Italia, e l’assessore competente Sergio Imbrò.
Oggi sono stati testati gli studenti, il personale docente e non docente e i genitori del liceo, di cui dirigente è Teresella Celesti.

Negli spazi dell’ex ospedale neuropsichiatrico, nonostante la giornata di pioggia, sono stati montati 4 gazebo dove hanno operato i medici e gli infermieri del Dipartimento prevenzione medico dell’Asp, con il direttore Ugo Mazzilli, e si sono alternati 40 volontari della Protezione civile comunale, che si avvale anche della consulenza medica dei dottori Angelo Giudice e Gaetano Scifo.

Il lavoro è andato avanti fino al pomeriggio inoltrato grazie all’utilizzo delle torri faro delle associazioni di protezione civile oggi impegnate: Avcs, Ross, Croce Rossa, Templari e Cisom.
“Davvero una bella prova di impegno civile – commenta il sindaco Italia – mentre siamo tutti chiamati a fare del nostro meglio per superare la difficile fase imposta dall’epidemia. Il risultato di oggi è il frutto di una proficua collaborazione istituzionale tra noi e l’Asp ma, prima di tutto, di un bel lavoro di squadra tra tutte le persone coinvolte in questa importante attività di tracciamento dei giovani, che spesso più di altri asintomatici e, dunque, potrebbero favorire inconsapevolmente il contagio”.


Soddisfatto l’assessore Imbrò “non solo per il risultato incoraggiante di un solo positivo – dichiara – ma anche per lo spirito che si è creato tra tutti gli operatori, tanto quelli sanitari quanto i nostri volontari, a cui va il mio ringraziamento. Nonostante qualche disagio in più per il tempo incerto, che ci ha costretti a ritardare l’inizio del servizio, siamo riusciti a fare un numero di tamponi ben più alto non solo della scorsa settimana ma soprattutto rispetto ai mille previsti alla vigilia.”

Le prossime date per i test drive-in

Lo screening proseguirà nei prossimi giorni, giovedì 19 novembre a Siracusa nell’area antistante l’Istituto Gargallo in via Luigi Monti dalle ore 8,30 alle 13,30; sabato 21 novembre ad Avola nell’area antistante l’Istituto Ettore Maiorana. 

Tra le novità introdotte dall’Assessorato, la possibilità di prenotarsi mediante la piattaforma online www.siciliacoronavirus.it

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4722 Articoli
Giornalista