Ultim'ora

Cassibile, una struttura a norma per i lavoratori extracomunitari, convenzione Comune e Prefettura

Il sindaco, Francesco Italia, ed il prefetto di Siracusa, Giuseppa Scaduto, hanno sottoscritto stamani all’Urban Center una convenzione  finalizzata alla realizzazione, a Cassibile, di una struttura di accoglienza dei lavoratori stagionali extra comunitari ospitati, fino allo smantellamento di qualche mese fa, in insediamenti spontanei, e privi dei fondamentali requisiti igienici e sanitari.   

“Un problema annoso- ha dichiarato tra l’altro il Sindaco- e mai affrontato in maniera sinergica da parte di tutti gli Enti, le Istituzioni e le categorie interessate. Così questi lavoratori, da opportunità sono diventati un problema, abbandonati a loro stessi e vittime del caporalato. Adesso attrezzeremo un vero e proprio campo di Protezione civile che ospiterà i lavoratori stagionali con regolare permesso di soggiorno”. 

Lo scorso mese di agosto il Comune ha predisposto il “Progetto di attrezzamento campi lavoratori stagionali nella frazione di Cassibile” per un importo di 242.000 euro, finanziato dal Ministero degli Interni che ha anticipato l’accreditamento dei fondi alla Prefettura, assicurandone quindi la copertura finanziaria. Saranno inoltre utilizzate le 17 unità abitative composte da moduli prefabbricati, destinate all’hotspot al porto di Augusta e che la Prefettura ha concesso al Comune a titolo di comodato gratuito. 

“La convenzione- ha dichiarato il Prefetto- consentirà la realizzazione delle opere infrastrutturali necessarie per il completamento della struttura che risolverà il primo problema, quello dell’accoglienza. E’ il primo step, cui ne seguiranno altri, tutti finalizzati alla realizzazione di un sistema legale di utilizzo delle prestazioni di questi lavoratori”.  

La convenzione tra i due Enti si è resa necessaria per la mancanza all’interno della piana organica della Prefettura di personale, soprattutto tecnico, per sviluppare e portare avanti la parte esecutiva dell’opera. Attività in carico al Comune che curerà tutta la parte tecnica e burocratica della realizzazione del centro fino all’aggiudicazione dei lavori, alla loro direzione, ai collaudi e alla contabilità. L’impegno finanziario sarà invece totalmente a carico della Prefettura. Nelle intenzioni di Comune e Prefettura la realizzazione dell’opera in tempo per la prossima stagione di raccolta estiva. 

“Un risultato- ha detto l’assessore Rita Gentile che ha curaro l’iter della convenzione- che premia due anni di un lavoro, iniziato dal mio predecessore Giovanni Randazzo e portato avanti in maniera sinergica dalle Istituzioni, dalle associazioni di categoria e dal mondo del volontariato”. 

Un momento della conferenza all’Urban center

LE DICHIARAZIONI DEl SINDACO FRANCESCO ITALIA

Parlando con i giornalisti al termine della presentazione della convezione siglata con la Prefettura, il sindaco Francesco Italia è tornato sulle tematiche legate all’accoglienza dei lavoratori stagionali extracomunitari, dopo le vicende della scorsa estate culminate con lo smantellamento della baraccopoli abusiva di Cassibile.  

“Una situazione nota a tutti- ha detto tra l’altro Italia- e della quali molti si sono avvantaggiati sulle spalle di persone indifese. Occorre dare a questi stagionali la loro dignità umana e lavorativa, e questa struttura che andremo a realizzare è una prima misura che va ad integrarsi con i progetti rientranti nel FAMI, il Fondo aiuti migrazione, finanziati per quasi 1 milione di euro, in due dei quali il Comune è capofila. Il primo, che ha una dotazione finanziaria di oltre 600mila euro, è denominato ISIM, ed è finalizzato alla “Integrazione sanitaria innovativa multilivello); il secondo, il “Comune dei popoli” finanziato per 460mila euro, prevede tra l’altro la creazione di uno sportello di orientamento, e la formazione di dipendenti pubblici e del privato sociale per l’accesso ai servizi pubblici da parte dei migranti”. 

Ha aggiunto il sindaco: “Occorre inoltre avere la certezza di una “tolleranza zero” nei confronti di tutte le attività illegali che ruotano attorno a questo fenomeno, prima fra tutte il caporalato. Occorre fermezza e collegialità per eliminare tutte le situazioni di illegalità diffuse che poi si riflettono nella pacifica convivenza delle comunità. Da qui l’invito alla denuncia della nascita di insediamenti spontanei abusivi, all’auspicio di sempre maggiori controlli da parte delle Forze dell’Ordine, alla concertazione tra tutti i soggetti interessati, non solo il Sindaco di Siracusa, ma anche quelli del comprensorio dove questi lavoratori vengono impiegati. In questa ottica un ruolo importante dovranno rivestirlo le organizzazioni di categoria ed i sindacati. Lotta senza quartiere, quindi, al triste fenomeno del caporalato. Proprio ieri, insieme a rappresentanti dei ministeri del Lavoro, degli Interni e dell’Agricoltura abbiamo parlato del progetto “Dignità in campo”. Tutte le aziende agricole saranno chiamate a sottoscrivere un patto affinché la scelta dei lavoratori stagionali extracomunitari migranti avvenga attingendo ad un data base provinciale”. 

Progetto Fondo asilo migrazione e integrazione (FAMI)

PROGETTO: ISIM ( Integrazione Sanitaria Innovativa Multilivello)  Tempi di realizzazione : 24 mesi  Dotazione finanziaria:  EURO 603.589,80  Partener coinvolti :  1)- Comune di Siracusa ( capofila)  2)- ASP 8  3)- IFO- Istituti Fisioterapici Ospedalieri ROMA.

 OBIETTIVI 

  • Contribuire al patrimonio di salute individuale e collettivo del territorio Siracusano attraverso la prevenzione, diagnosi e la cura delle patologie dermatologiche e sessualmente trasmissibili della popolazione immigrata; 
  • Rafforzare la prevenzione con il miglioramento dell’accessibilità ai servizi sanitari offerti attraverso una riduzione delle barriere organizzative e culturali all’ accesso; 
  • Definire e sperimentare un modello organizzativo innovativo che consenta una governance multilivello ASP- Comune di Siracusa nel miglioramento della salute pubblica. 

PROGETTO: COMUNE DEI POPOLI Tempi di realizzazione : 24 mesi  Dotazione finanziaria:  EURO  460.129,45  Partener coinvolti :   1) Comune di Siracusa ( capofila)  2) ACCOGLIERETE  3) ARCI Siracusa 4) C.PIA Siracusa “Alberto Manzi” 5) IMPACT, HUB Siracusa  6) FONDAZIONE DI Solidarietà Marista  “Champgnat” .

OBIETTIVI 

  • Sportello di orientamento ai servizi rivolto ai cittadini stranieri, 
  • Formazione agli operatori del settore pubblico e del privato sociale per facilitare l’accesso ai servizi pubblici e privati da parte della comunità dei migranti  
  • Sostegno e formazione a tutti i cittadini che chiedono di diventare  tutori volontari. 
  • Promozione di  buone pratiche per facilitare  una maggiore autonomia ed integrazione  all’ interno del tessuto sociale  del cittadino straniero sul territorio . 
  • Attivazione di percorsi/ iniziative mirati ad informare e sensibilizzare la cittadinanza al valore della  multi-culturalità.  

COMUNE DI SIRACUSA Partner   PROGETTO : BUSY- ( Building capacities for Sicilly) Tempi di realizzazione : 24 mesi  Dotazione finanziaria complessiva :  EURO 1.299.473,73 . Dotazione per il comune di Siracusa:  Euro 90.000,00 ( la somma è indicativa devo verificarla).  Partner coinvolti: ASP di Trapani ( capofila) Comune di Marsala;Comune di Favignana; Comune di Pantelleria, Comune di Palermo ,Comune di Corleone , Comune di Siracusa

OBIETTIVO:  Il progetto “BUSY” mira ad implementare le capacità degli operatori della Pubblica Amministrazione tramite servizi innovativi (quali la Silver Call), verso i quali – utilizzando servizi di comunicazione più efficaci – sarà migliorato l’accesso da parte dei cittadini di Paesi terzi. In particolare, nei Comuni che aderiscono al progetto sarà istituito uno “sportello d’ascolto”, sviluppando così una rete territoriale di condivisione di modelli ed interventi tra l’Azienda Sanitaria, gli Enti locali e del Terzo settore, le Associazioni governative e non. 

COMUNE DI SIRACUSA, luogo di sperimentazione  PROGETTO: CO- EFFICENTI   
  • BUDGET: 975.149,84 euro 
  • DURATA: 30 mesi. PARTNER : Cnoas, (Consiglio nazionale dell’ordine degli Assistenti Sociali) Ente Capofila; 
  • La Fnas, Il Cnr, Il Cir, la Fondazione San Giovanni Battista di Ragusa e la Comunità Fraternità Scs Onlus di Ospitaletto. 
  • OBIETTIVI 
  • Progettazione strategica di un sistema territoriale per rafforzare la sicurezza, il rispetto della parità di accesso ai servizi e il sostegno all’integrazione dei cittadini di Paesi terzi 
  • Il sistema operativo è articolato su tre dimensioni: 
    a) formazione continua degli operatori 
    b) coordinamento tra i diversi uffici pubblici 
    c) visione strategica della programmazione 

La realizzazione  del progetto, analisi del fabbisogno formativo e dei sistemi di inclusione attiva dei cittadini di Paesi terzi, si svolgerà  in chiave sperimentale in cinque città del territorio nazionale, Torino, Trieste, Roma, Crotone, Siracusa.  

 Progetto  “Building Together” ( FAMI) Partner:  Prefettura di Siracusa ( capofila ) Prefettura di Ragusa; l’OIM – Organizzazione Internazionale per le Migrazioni; associazione “I Tetti colorati”; associazione “Padre Maria Massimiliano Kolbe”; associazione “We care”; cooperativa “Proxima”; CGIL di Ragusa e di Siracusa. 

OBIETTIVO: 

Le Prefetture di Siracusa e Ragusa , promuovono in sinergia con i partner progettuali, azioni di formazione e capacity building, attività di orientamento e accompagnamento ai servizi, mediazione linguistico-culturale, informativa per la prevenzione dei fenomeni di sfruttamento lavorativo e la tutela delle vulnerabilità.  

Sul territorio di Siracusa il campo dei lavoratori stagionali di Cassibile ricade fra le azioni previste del progetto 

Gli interventi avviati andranno a rafforzare complessivamente i servizi istituzionali erogati, implementando l’accesso agli stessi da parte dei cittadini stranieri e promuovendo azioni di prevenzione dei fenomeni di sfruttamento lavorativo, in un’ottica di una sempre maggiore diffusione di legalità e regolarità. 

.  

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4647 Articoli
Giornalista