Ultim'ora

Amministrazione comunale di Priolo Gargallo al lavoro per “urbanizzare” le contrade periferiche

Priolo Gargallo- Un incontro con la Soprintendenza per discutere dei vincoli e della possibilità di dare il via  ad alcune opere di urbanizzazione primaria nelle contrade Ex Feudo e Sterna Vecchia, a Priolo Gargallo. A proporlo è lo stesso sindaco, Pippo Gianni, che assieme all’assessore ai Lavori Pubblici, Tonino Margagliotti e al presidente del Consiglio comunale, Alessandro Biamonte,  ha partecipato, nei giorni scorsi, all’incontro organizzato dal deputato regionale pentastellato Giorgio Pasqua.

“Nonostante la modifica al piano paesaggistico che ha ricondotto a Livello 1 le zone precedentemente individuate a Tutela 2 e 3, non tutte le tipologie di intervento sono realizzabili”, come precisano gli amministratori municipali.

“Il fatto che la tutela sia scesa a Livello 1 – ha commentato il primo cittadino – non implica che in una zona agricola, dove è presente anche l’acquedotto, si possa procedere a tutte le opere di urbanizzazione primaria”. “La richiesta di Pasqua di attuare interventi quali fognatura e rete idrica – ha continuato Gianni o – è inapplicabile, in quanto in contrasto con l’attuale Piano regolatore Generale. Si potrà procedere solo in caso di revisione ed entrata in vigore del nuovo strumento urbanistico”. 

“L’auspicio – ha aggiunto l’assessore Margagliotti –  è che l’incontro con la Soprintendenza ci metta nelle condizioni di realizzare intanto strade e illuminazione pubblica. Nostro intento è anche quello di riqualificare le contrade Talà e San Focà alto”.

Il presidente del Consiglio comunale, Alessandro Biamonte, ha detto che  “garantire le opere di urbanizzazione in quella zona è priorità di tutta l’Amministrazione. La richiesta dell’onorevole Pasqua – ha continuato Biamonte – risulta però impossibile, essendo in contrasto con l’attuale strumento urbanistico”. 

Per discutere della questione, il presidente del Consiglio ha convocato una seduta congiunta della 1° e 3° Commissione consiliare, che si terrà nella mattinata del 20 gennaio, invitando anche il deputato regionale a prendervi parte. Al centro dell’incontro proprio il PRG e la riqualificazione di alcune contrade. Visti i lunghi tempi burocratici per la realizzazione del nuovo Piano Regolatore, allo studio, vi sono alcune soluzioni alternative, che saranno valutate con il supporto dei tecnici comunali”.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 3872 Articoli
Giornalista