Ultim'ora

Dolce & Gabbana sceglie la “grande bellezza” di Palazzolo Acreide per la nuova campagna pubblicitaria

Palazzolo Acreide- Le antiche pietre, il folclore, la gente di Palazzolo Acreide hanno “sedotto” gli stilisti Dolce & Gabbana, che hanno scelto la cittadina montana del Siracusano come location della campagna pubblicitaria della loro collezione moda primavera- estate 2020.

Ad immortalare , in bianco e nero, “la grande bellezza” come sfondo in cui il tempo si è fermato, alla gente con i suoi usi e costumi, ai meravigliosi abiti ricercati in tutto il mondo della griffe italiana è stato il fotografo palazzolese Salvo Alibrio.

Una scelta che inorgoglisce la comunità palazzolese e soprattutto l’amministrazione comunale. Quest’ultima, infatti, ha messo subito in campo azioni di valorizzazione e promozione dell’incantevole ed incontaminato borgo, ottenendo i riscontri sperati.

Fino alla pubblicazione del servizio, avvenuta in queste ore, sui canali di comunicazione ed advertising ufficiali degli stilisti, era stato chiesto a tutti gli attori che vi hanno preso parte, dalle comparse agli stessi amministratori pubblici che hanno saputo ben fare gli onori di casa, il massimo riserbo.

Il segreto è stato mantenuto e L’effetto sorpresa, quindi, è riuscito. Gli scatti, infatti, sono usciti allo scoperto, mentre si archiviano le festività invernali, e stanno facendo il giro del pianeta, dimostrando lo splendore dei luoghi e la maestria del fotografo, oltre naturalmente a fare sognare a molte donne di indossare i capi pubblicizzati.

“Oggi quasi un regalo di inizio anno – commenta l’assessore al Turismo Maurizio Aiello. Nella vetrina globale possono essere ammirate le bellezze del nostro Paese, i suoi simboli, le sue atmosfere mistiche durante le processioni religiose, le sue tradizioni, oltre ai monumenti. Peculiarità che lo hanno insignito del titolo mediatico di secondo borgo più bello d’Italia”.

Tra gli scatti di conosce bene e assapora ogni giorno il territorio, infatti, sono in bella mostra le reliquie di San Paolo con la festa del 29 giugno e ancora il maestoso colonnato della chiesa dell’Annunziata, dove fino al 1400 era custodito il quadro dell’ Annunciazione di Antonello da Messina.

Un altro tassello che si aggiunge al quadro di incentivazione turistica che l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Gallo, sta realizzando, facendo incrementare sensibilmente i dati dell’incoming. (il turismo in entrata). La scorsa estate, infatti, e non solo, anche durante le festività natalizie il comune di Palazzolo ha registrato migliaia e migliaia di visitatori.

“Tanta gente- aggiunge l’entusiasta assessore al ramo Aiello- che faremo in modo di far convergere in città nuovamente, organizzando una meravigliosa edizione 2020 del nostro Carnevale”.

Un carnevale popolare, per la buona fattura dei carri allegorici in carta pesta, in tutta la Sicilia Orientale, trainato anche da una serie di iniziative di piazza che spostano le masse, provenienti dagli altri comuni della provincia dove pochi, a parte Avola e per i gruppi mascherati anche Floridia, sono i comuni che celebrano la ricorrenza.

Mascia Quadarella

foto credit: Salvo Alibrio per Dolce & Gabbana

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4721 Articoli
Giornalista