Ultim'ora

A Priolo l’amministrazione cercherà immobili da affittare per 4 famiglie, nell’attesa di nuovi alloggi popolari


Priolo Gargallo-I legittimi assegnatari delle case popolari di via De Gasperi, a Priolo Gargallohanno chiesto al Comune di poter finalmente entrare in possesso dei loro alloggi, occupati abusivamente da 3 famiglie che non avevano mai neanche presentato domanda.

Il sindaco, Pippo Gianni, ha ricevuto nei giorni scorsi la visita delle famiglie assegnatarie, che hanno manifestato rabbia e sgomento in quanto, pur avendo i requisiti ed essendo in graduatoria, non hanno avuto possibilità, come prevede la legge, di accedere alle loro abitazioni. Per trovare una soluzione, che non danneggi né gli occupanti abusivi né i legittimi assegnatari, il Comune sta pensando ad un bando che possa permettere di reperire immobili sfitti, in maniera da trasferire le tre famiglie che attualmente occupano abusivamente le case  via De Gasperi. Tutto ciò, in attesa che vengano costruiti gli alloggi popolari, che dovrebbero essere realizzati in 24 mesi, così come da accordo già sottoscritto con l’Istituto Autonomo Case Popolari.
“Allo stesso modo di chi ha occupato abusivamente gli immobili – ha detto uno dei legittimi assegnatari al primo cittadino – anche noi abbiamo necessità di un alloggio; nello stato di famiglia siamo in sette, con 3 minori, di cui uno disabile”.

Un’altra assegnataria ha ribadito di avere urgente necessità, in quanto sfrattata dalla casa che attualmente occupa, con figli e un marito invalido non in grado di lavorare, con reddito di cittadinanza in scadenza.


“Quello che sta succedendo dopo l’occupazione abusiva da parte delle 3 famiglie – ha chiarito il  Sindaco Gianni – non dipende da me, da altri componenti dell’Amministrazione, da dipendenti comunali o dall’IACP, ma da una legge che deve essere rispettata. L’Istituto Case Popolari ha già intimato al Comune di Priolo di firmare l’ordinanza di sgombero”.

“L’Amministrazione Gianni – ha continuato il sindaco – è da sempre sensibile ai problemi dei più deboli e di chi non ha un tetto in cui vivere, prova ne è il fatto che attualmente eroghiamo un contributo abitativo a ben 154 famiglie”. “Abbiamo infine riscontrato che una coppia, legittima assegnataria di uno degli alloggi di via De Gasperi – ha concluso il Sindaco Gianni – si è insediata abusivamente in una casa di proprietà del Comune adibita a ritrovo artistico e anche in questo caso stiamo provvedendo a reperire una nuova abitazione”.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 3727 Articoli
Giornalista