Ad ospitare la X edizione di “Pmi-day-Industriamoci” è stata la ditta Drago

Siracusa- La decima edizione del PMI DAY – INDUSTRIAMOCI, si è svolto stamane nella ditta di Sebastiano Drago, storica azienda di trasformazione, confezionamento ed esportazione del pesce.

L’appuntamento annuale, a cura della Piccola Industria di
Confindustria, che vede ogni anno le piccole e medie imprese di Confindustria aprire le porte agli studenti, agli amministratori degli enti locali, agli organi di informazione e a tutti coloro che interagiscono con le attività delle aziende, ha visto protagonisti gli studenti e gli insegnanti dell’I.S. Alberghiero “Federico II di Svevia” di Siracusa.


Nei capannoni dell’azienda fare gli onori di casa sono stati  i fratelli Pierpaolo e Alessandro Drago, che hanno presentato la loro attività e hanno condotto i ragazzi nella visita. L’azienda esporta in tutta Europa il tonno e lo sgombro e rappresenta una eccellenza per innovazione e sostenibilità ambientale.

Il presidente della Piccola Industria Seby Bongiovanni, ha introdotto i lavori ricordando come “fare impresa richiede passione, impegno, dedizione, responsabilità e competenze. “Da 10 anni in occasione del PMI DAY a Siracusa apriamo le porte delle aziende agli studenti, agli insegnanti e alle comunità locali per raccontare la storia delle nostre imprese, la loro identità e come stanno cambiando. In ogni parte del mondo, le aziende sono il cuore pulsante dei territori, e il PMI DAY nasce proprio per trasmettere questa passione ai giovani”.

Il presidente di Confindustria Siracusa, Diego Bivona, ha sottolineato come: “Grazie a questa manifestazione trasmettiamo loro cultura d’impresa. La persone e la formazione devono rimanere al centro dell’agenda politica e sociale altrimenti saremo destinati a perdere definitivamente la partita della competitività e della crescita, vere autentiche sfide per il successo delle imprese”.

Il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, si è detto: “Orgoglioso di portare il suo saluto ad una importante manifestazione che vede protagonisti i ragazzi che visitano una azienda che porta il nome di Siracusa nel mondo. Toccare con mano come con serietà ed impegno si lavora per il bene della collettività fa per sperare per il futuro”.

La docente Carmela Spedale, responsabile dell’alternanza scuola-lavoro dell’USR, in rappresentanza del dirigente Emilio Grasso, ha sottolineato l’importanza dell’incontro tra scuola e impresa.

L’iniziativa è inserita nella XVII Settimana della Cultura d’Impresa organizzata da Confindustria e nella Settimana Europea delle PMI promossa dalla Commissione UE.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail