Maltempo, a Siracusa storie di ordinaria mancata manutenzione. Diversi interventi di messa in sicurezza dei Vigili del Fuoco

Siracusa- Le forti raffiche di vento e l’abbondante pioggia abbattutesi sulla Sicilia orientale e anche sulla provincia di Siracusa hanno causato danni e disagi, per i quali sono stati necessari diversi interventi di messa in sicurezza da parte dei Vigili del fuoco del Comando provinciale di Siracusa.

Non pochi, infatti, sono stati gli arbusti, i pali della pubblica illuminazione e la cartellonistica divelti dalla forza del vento, oltre agli oggetti volati dalle terrazze e dai balconi delle abitazioni private, piroettanti in aria.

Tra gli alberi ceduti anche quello finito, in via Necropoli Grotticelle, a ridosso di attività commerciali, fortunatamente senza provocare danni a persone o cose.

L’acqua ha fatto pure la sua “brutta” parte, specie nell’area della Borgata e nella zona pre-umbertina e al Villaggio Miano, dove si sono registrati i problemi di allagamento delle strade stagionali, ormai notori, purtroppo anche in prossimità di edifici scolastici.

In via Bengasi suscitano indignazione le immagini scattate da alcuni negozianti i cui bassi sono stati invasi dalle acque meteoriche, danneggiando merce, anche di un certo valore commerciale. Danni che, purtroppo, pagheranno di tasca loro, come sottolineano con rassegnazione.

C’ è anche chi , come il presidente della Consulta Civica, Damiano De Simone, denuncia, con sottile ma efficace ironia, attraverso filmati e foto. Una in particolare è diventata virale sui social, quella in cui viene mostrato, in piena, il “fiume Ermocrate”, come è stata ribattezzata l’omonima via, stamattina intransitabile per i livelli di acqua raggiunti sulla sede stradale, profondamente compromessa da buche.

Situazioni che fanno intuire come la parziale esecuzione delle manutenzioni, ordinaria e straordinaria, sulle nostre strade lasci a desiderare, a scapito dei cittadini, che in presenza o meno della diramazione delle allerte, in caso di previsti temporali, ormai preferiscono, ove possibile, rimanere in casa, piuttosto che rimetterci!

Mascia Quadarella

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

CircaMascia Quadarella

Giornalista Contatta:Website | Facebook | Altri articoli