Ultim'ora

A Lentini l’Ex Consorzio agrario e il Vecchio Lavatoio diventeranno un complesso residenziale e auditorium

Lentini- Un progetto che punta a riqualificare una parte importante del centro della città di Lentini, con un forte impatto architettonico, urbanistico e culturale: così si annuncia la riqualificazione dell’ex Consorzio Agrario e del vecchio lavatoio di Lentini, presentate venerdì mattina durante l’incontro tenutosi nell’aula consiliare di Palazzo di Città dall’Istituto Autonomo Case Popolari Siracusa e dall’Amministrazione comunale. Il complesso immobiliare di via Francesco Spina n. 1 e 3 è stato infatti individuato dall’IACP, dopo uno studio preventivo, per partecipare al bando regionale PO FESR 2014-2020 asse 9 “Inclusione Sociale e lotta alla povertà”, Obiettivo Tematico 9 , Azione 9.4.1 “Interventi di potenziamento del patrimonio pubblico esistente e di recupero di alloggi di proprietà pubblica dei Comuni ed ex IACP per incrementare la disponibilità di alloggi sociali e servizi abitativi per categorie fragili per ragioni economiche e sociali. Interventi infrastrutturali finalizzati alla sperimentazione di modelli innovativi sociali e abitativi” pubblicata sulla GURS n. 51 Parte I° del 15/11/2019. L’acquisto dell’immobile, formalizzato lo scorso ottobre, è stato ritenuto idoneo per diventare sede di 17 alloggi di edilizia sociale, mentre il vecchio lavatoio tornerà ad essere un Auditorium, riassumendo il ruolo avuto fino al violento incendio del’1 luglio del 2007, che lo ha completamente distrutto.

“Vogliamo che questo luogo, totalmente rinnovato, possa essere il momento di ricucitura di un doppio strappo per la nostra città- ha sottolineato il sindaco Saverio Bosco-: lo strappo del danno territoriale, dovuto al terribile incendio, che ha determinato una ferita per la vita cittadina; e lo strappo che ci ha portato via uno dei cittadini più valorosi della nostra città, Pippo Centamore, a cui proporrò di intitolare l’auditorium”.

Il vicesindaco ed assessore ai Lavori Pubblici Alessio Valenti ha sottolineato che il progetto nasce, fin dalla sua fase iniziale, con una visione condivisa:”Vogliamo rendere questo nuovo spazio un luogo pulsante di energia e confronto per la città e lo faremo fin da subito con un protocollo d’intesa con le associazioni cittadine, per creare una rete che valorizzi la fruizione del luogo”.

A introdurre il progetto è stato il commissario straordinario dell’IACP Siracusa, Ettore Riccardo Foti, che ha sottolineato la sinergia tra Enti che vi stanno lavorando: ”La firma dell’acquisto della struttura del vecchio lavatoio è stato il primo atto ufficiale del mio insediamento e oggi sono molto felice che si faccia un ulteriore passo in avanti per la sua riqualificazione”. Il direttore dell’IACP Siracusa, Marco Cannarella, ha poi sottolineato la nuova visione di edilizia sociale e popolare che l’Istituto sta interpretando su tutto il territorio siracusano e di cui il progetto di Lentini sarà una delle azioni più interessanti, sia dal punto di vista edilizio sia della rigenerazione urbana:”Oggi l’edilizia popolare- ha detto Cannarella- passa attraverso una nuova visione del territorio che, anziché costruire su nuovo suolo, deve recuperare l’esistente per migliorare la vivibilità del territorio e della comunità tutta. Questo progetto sposa questa visione innovativa e sarà per la città una possibilità di tutela per le fasce sociali più deboli, come gli anziani e le giovani coppie”.

Qualche dettaglio sul progetto di riqualificazione

Il progetto che riguarderà la riqualificazione dell’ex Consorzio Agrario è stato illustrato dall’architetto Stefania Di Pietro, responsabile del progetto per IACP. Nell’area dell’attuale rudere saranno ricavati 4 diversi blocchi disposti a banderuola, collegati da una corte interna e da ballatoi che avranno funzione connettiva dei diversi stabili. “Per evitare una forte monoliticità del fabbricato- ha spiegato l’architetto Di Pietro-, abbiamo creato delle segmentazioni volumetriche, creando dei tagli a partire da alcune direttrici che il tessuto urbano stesso ci indicava. Diciassette gli alloggi totali e qualche spazio commerciale: 11 appartamenti avranno un’estensione tra i 53 e i 58 metri quadri, altri 6 saranno invece di circa 75 mq. La corte avrà un ascensore che faciliterà i movimenti di chi vi abita”.

Il progetto impegnerà un importo di 4.474.000 euro, di cui il 70% sarà destinato agli alloggi di edilizia sociale e il resto al vecchio lavatoio e agli spazi comuni. Il progetto di riqualificazione del vecchio lavatoio è stato infine illustrato nei dettagli da Bruno Zagami, Coordinatore del 3° settore “Lavori Pubblici” del Comune di Lentini, che ne ha sottolineato la continuità con la funzione storica originale, mantenuta grazie ad alcuni elementi architettonici che richiameranno lo scorrere dell’acqua.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4658 Articoli
Giornalista