Ultim'ora

Crisi, le istituzioni siracusane fanno fronte comune contro il “welfare” criminale

Siracusa- Contrastare il rischio che la criminalità sfrutti il disagio economico delle imprese per il lockdown anche promuovendo comuni iniziative di inclusione sociale e innovazione del sistema economico.

Questo l’obiettivo e l’impegno scaturito dalla riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, svoltasi il 12 giugno 2020 presso l’Urban Center di Siracusa e presieduta dal Prefetto, Giusi Scaduto, con la partecipazione del Sindaco del capoluogo, dei vertici delle Forze di polizia, dei Presidenti delle Associazioni di categoria (del commercio e dell’artigianato) e delle Associazioni antiracket e antiusura della provincia.

Infatti, se certamente resta fondamentale accelerare l’erogazione degli aiuti stanziati dai Governi nazionale e regionale, altrettanto strategico è prevenire- sebbene al momento non vi siano denunce per usura o estorsione – ogni forma di welfare criminale, quale metodo di accaparramento delle aziende sane.

Perciò, occorre un’azione congiunta a tutto campo, che assicuri il necessario contributo conoscitivo alle Forze dell’ordine e il sostegno delle potenziali vittime e, al contempo, che riesca ad intercettare le spinte all’innovazione del sistema economico, generate dall’emergenza sanitaria, per agevolarne la resilienza.

Un percorso di grande responsabilità – hanno sottolineato il prefetto e il sindaco, Francesco Italia – che vede nelle rappresentanze di categoria e nell’associazionismo il motore principale per trasformare la crisi in opportunità, in sinergia con le Istituzioni del territorio che pure in questi mesi difficili hanno dato prova di coesione e massima attenzione ai bisogni della comunità.

Piena ed unanime la disponibilità dei presidenti delle associazioni a collaborare per la tutela dell’economia legale così come il ringraziamento per l’azione dellamagistratura e delle Forze di polizia.

Nei prossimi giorni, la Prefettura convocherà un altro incontro sul tema degli aiuti alle imprese con Banca d’Italia e ABI.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4583 Articoli
Giornalista