Ultim'ora

“Emersione degli invisibili”, domani a Cassibile scende in campo l’ALS-MCL Sicilia

Siracusa- Domani, 30 maggio 2020, dalle ore 10, Cassibile (SR), sarà una delle tappe della campagna di sensibilizzazione e informazione itinerante della delegazione siciliana dell’Associazione Lavoratori Stranieri-Movimento Cristiano Lavoratori. A far parte del gruppo anche diversi esperti e operatori legali, che illustreranno ai lavoratori stranieri le opportunità e i diritti previsti dall’art. 103 del Decreto “Rilancio” sulla “Emersione dei rapporti di lavoro”.

L’evento avverrà e sarà gestito nel pieno rispetto della normativa sul contenimento del virus Covid-19. Ai partecipanti che non ne sono provvisti, infatti, saranno distribuite le mascherine e saranno rispettate le norme di distanziamento sociale.

La “questione dei migranti”, al tempo del Covid-19, imponeva scelte coraggiose e tempestive. Prima fra tutte la regolarizzazione degli “invisibili”, già presenti sul nostro territorio nazionale e di cui Cassibile conosce le gravi problematiche, a partire da quelli logistici, come dimostra la Baraccopoli che si estende nelle campagne a ridosso della frazione siracusana, destando preoccupazioni.

A tal proposito l’ALS-MCL Sicilia, presieduta da Paolo Ragusa, ritiene necessaria una serie di azioni concrete e mirate per far incontrare, in maniera regolare domanda e offerta di lavoro, facilitando il reperimento legale di manodopera in agricoltura, oggi sempre più urgente, in quanto la ripresa dell’attività di “raccolta” comporta un aumento della richiesta di braccianti, di cui in questo momento vi è un grande bisogno.

L’equipe di voloontari sarà disponibile a fornire un sostegno informativo ai lavoratori stranieri ed eventualmente ai datori di lavoro, atto a consentire un chiaro e sicuro accesso alla fruibilità dei benefici che scaturiscono dalla norma.

Sulla “questione migranti” diverse sono le tematiche che si intrecciano tessendo i fili dell’economia, della salute pubblica, dei diritti inviolabili. Su tale argomento interviene Maria Giovanna Bertolami, operatrice legale volontaria dell’ALS-MCL del Calatino: “La regolarizzazione del silenzioso popolo degli irregolari è quella stretta di mano, quel patto tra Uomini, quel sigillo di civiltà da sempre auspicato. La regolarizzazione dell’accesso degli stranieri rappresenta la via necessaria per riportare ‘in campo’ quella forza lavoro su cui l’economia italiana si è sempre appoggiata. Questa è una via lastricata di diritti e doveri, da cui trarre solo reciproci benefici e crescita economica”.

Il presidente regionale di ALS-MCL Sicilia, Paolo Ragusa, fa sapere che ha “l’associazione ha scelto Cassibile perché è uno dei luoghi simbolo dell’emarginazione dei migranti ai quali vengono negati diritti e dignita’. L’iniziativa, più in generale, intende accendere i riflettori sul provvedimento che promuove la regolarizzazione del lavoro sommerso e che di fatto interessa prevalentemente i lavoratori stranieri. La nostra presenza a Cassibile serve anche a dare continuità all’impegno di MCL nazionale nella lotta e il contrasto al fenomeno del Caporalato”.

Sulla regolarizzazione del “lavoro straniero” se ne parlerà in occasione di un webinar che si svolgerà venerdì 5 giugno, a partire dalle ore 16, con il contributo di alcuni esperti. Questo seminario web è “rivolto ad amministratori locali, funzionari pubblici, professionisti delle equipe dei progetti Siproimi, operatori legali, assistenti sociali, operatori di patronato, dirigenti di M.C.L. – Movimento Cristiano Lavoratori.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4585 Articoli
Giornalista