Ultim'ora

Quattropani: “Covid-19 non abbassiamo la guardia nelle scuole”

Siracusa- “Il ritorno alla normalità deve essere un processo graduale e coscienzioso, lo abbiamo auspicato durante il periodo più buio e difficile della pandemia, quando noi gestori di asili e nidi privati ci siamo battuti per mantenere in vita le nostre attività dedicate all’Infanzia, lo ribadiamo oggi che per qualcuno sembrerebbe scattare una sorta di licenza alla superficialità”.

A parlare, nel giorno in cui nel nostro Paese finisce lo stato di emergenza Covid-19, è Antonella Quattropani, nota presidente dell’associazione La “Bacchetta Magica”, nonché referente siciliana del comitato !Educhiamo”, in qualità di pedagogista.

“Il Covid non è uno scherzo, anche se questa apertura cade in un giorno dedicato alle burle. Il rischio di contagio non va preso sottogamba- continua la professionista siracusana-e parla chi, nonostante tutti i vaccini, gli accorgimenti del caso, essendo immunodepressa, per un quadro clinico personale caratterizzato da comorbilità, proprio quando tutti hanno abbassato la guardia, e quasi quasi deposto le armi contro questo virus, ne è stata colpita e  quasi affondata, probabilmente perché qualcuno ha ben pensato di sottovalutare i sintomi dell’avvenuto contagio, continuando a portare i propri bambini a scuola”.

“Le scuole- sottolinea Antonella Quattropani- continuano a essere i luoghi più controllati ma anche i focolai privilegiati di questa nuova ondata, questo perché molte famiglie preferiscono fare finta di niente ai primi sintomi di uno dei componenti e rischiano di mandare in terapia intensiva chi , con correttezza e attenzione, invece, offre un servizio qualificato ai loro figli. Io mi sono ritrovata con una saturazione preoccupante e una mascherina d’ossigeno all’improvviso e non auguro a nessuno di vivere momenti di tensione e paura come quelli che ho subito. Quindi invito tutti alla massima attenzione perché le scuole devono rimanere aperte ma in sicurezza, sicurezza degli ambienti e di  chi li vive e  condivide”.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4934 Articoli
Giornalista